Imola. Un ambiente più sano, processi decisionali davvero partecipati, centri storici da valorizzare, nuovi modi per spostarsi e poli universitari da costruire, o rinnovare. Sono le “Idee in Comune” che danno il titolo all’incontro pubblico tra Marco Panieri, candidato sindaco del centrosinistra imolese, ed Enzo Lattuca, primo cittadino di Cesena.

A unire i due protagonisti, oltre agli orizzonti programmatici, sono la giovane età e la medesima volontà di accelerare sui tanti cambiamenti che la società invoca, all’insegna della svolta ecologica, di una formazione che non dimentichi nessuno e dei bisogni inderogabili di fasce deboli e nuove generazioni. Lo sfondo prescelto, a partire dalle 19 di giovedì 30 luglio, sarà la Vivanderia Note e Aromi di piazzale Lager Nazisti, a Imola, per un confronto aperto alle domande dei cittadini e moderato dall’avvocatessa Chiara Sorbello.

Un modello, quello dell’ascolto e del dibattito, che Lattuca ha applicato fin da quando, nel giugno dello scorso anno e al termine dell’esperienza da deputato, ha ottenuto quel risultato elettorale.Un approccio, dunque, che si è già dimostrato vincente, frutto, tra l’altro, di una uguale concezione del sistema delle alleanze, basata su coalizioni che vedono il Partito Democratico appoggiarsi a quelle liste civiche che hanno fatto la differenza anche alle ultime elezioni regionali.

La via da seguire, quindi, è già tracciata, e parte da una Imola desiderosa di ricominciare sì con le proprie forze, ma che possa anche contare su quelle del sistema emiliano-romagnolo e, una volta di più, sulle risorse e sulla collaborazione della Regione e delle istituzioni europee.