Faenza. La rassegna AssembraMenti2020 (la versione 2020 del Festival Strade Blu) continua venerdì 31 luglio, nella suggestiva cornice di piazza Nenni a Faenza con due talenti della chitarra: Stefano Pilia e Antonio Gramentieri . “Don Antonio” Gramentieri, insieme Vince Vallicelli alla batteria, Roberto Villa al Basso e Nicola Peruch alle tastiere propone i brani del suo ultimo lavoro omonimo, che attraversa senza soluzione di continuità la musica di confine: cumbia, blues, twist, il tutto filtrato da un suono che ricorda quello delle radio che si confondono in lontananza sulle spiagge del centro America. Un mescolio di cultura nera, latina e americana che si incontrano in un suono meticcio ed eclettico.

Don Antonio Gramentieri

A fargli da contraltare sul palco, in un set solo e poi unito alla “banda” ci sarà un altro talentuoso chitarrista: Stefano Pilia. Chitarrista degli Afterhours e prima in pianta stabile con i “Massimo Volume”, Stefano Pilia è un chitarrista che in solo sviluppa una ricerca sullo strumento e sulla musica di avanguardia. Formatosi accademicamente al Conservatorio G.B. Martini di Bologna, da sempre attento sia alle forme classicamente “rock” che a quelle di avanguardia e ricerca sullo strumento. Pilia ha portato avanti una intensa attività in solo che ha fruttato nel corso degli anni una notevole mole di lavori.

Stefano Pilia

Ingresso gratuito con offerta libera. Inizio ore 21.30. Prenotazione obbligatoria: info@stradeblu.org