Il consiglio comunale di Castel San Pietro in streaming

Castel San Pietro (Bo). La giunta del Comune del Sillaro ha accolto la proposta di istituire un Fondo di comunità per ridurre l’impatto della pandemia da Covid-19 sui lavoratori e sulle famiglie del territorio avanzata in un ordine del giorno presentato dal gruppo di maggioranza Pd-Uniti al centro per Castello-Castello in Comune durante l’ultima seduta del consiglio comunale, svoltasi martedì 28 luglio, e approvato all’unanimità anche dai due gruppi di minoranza Prima Castello e M5S.

“L’idea è quella di sostenere, in quella che sarà la coda più dura di questa emergenza sanitaria ed economica, i cittadini più in difficoltà. Su input della maggioranza – annuncia il sindaco Fausto Tinti – entro la fine dell’anno investiremo una cifra molto importante che moduleremo in base all’evoluzione di questa crisi sui bisogni effettivi della popolazione in modo da non lasciare solo nessuno, nemmeno quando saranno esauriti gli ammortizzatori sociali e le altre forme di salvaguardia del reddito già messe in campo a livello nazionale e regionale”.

“L’emergenza sanitaria legata all’epidemia, seguita dalle necessarie misure restrittive a tutela della salute pubblica – sottolineano infatti dal gruppo di maggioranza Pd-Uniti al centro per Castello-Castello in Comune – ha determinato inevitabili e gravi ripercussioni negative dal punto di vista economico e finanziario che hanno duramente colpito il mondo del lavoro e quindi tutte le categorie produttive”. “Il Governo e la Regione – ricorda il testo dell’odg – hanno già messo a disposizione di famiglie e imprese diversi sostegni e contribuiti per affrontare l’emergenza così come ha fatto l’Amministrazione Comunale che ha emesso un bando per contributi a fondo perduto a favore delle attività commerciali con un importo complessivo da 150mila euro e un altro per erogare buoni spesa per tamponare l’emergenza alimentare di ben 334 nuclei familiari”.

Ora, però, alla luce del crollo dei consumi, delle previsioni di un ulteriore calo del Prodotto interno lordo e della possibile ondata di ritorno del virus il prossimo autunno, serve un ulteriore sforzo a sostegno della comunità.

“Visto che dopo il periodo estivo è previsto un incremento delle situazioni di criticità dovuto all’esaurimento degli ammortizzatori sociali e che in Città Metropolitana sono già attivi alcuni tavoli di crisi riguardanti aziende del territorio metropolitano e circondariale in cui sono impiegati diversi cittadini di Castel San Pietro Terme – è l’invito della maggioranza subito raccolto dalla giunta castellana –  l’ordine del giorno impegna il sindaco e la giunta a istituire un Fondo, con risorse proprie, da destinare, con successivi provvedimenti, alle famiglie e ai lavoratori del nostro territorio comunale, attraverso contributi o altre forme di sostegno, che permettano di ridurre l’impatto economico della crisi causata dall’epidemia da Covid-19”.