Imola. Primo degli incontri serali che affolleranno l’estate del candidato sindaco della coalizione di centrosinistra, Marco Panieri, per accorgersi che diverse sono le aspirazioni, diversi i modi di trasmetterle e, soprattutto, diverse le facce. Sul palco allestito all’esterno della “Vivanderia Note e Aromi” all’Osservanza, infatti, i volti giovani di Panieri e del primo cittadino di Cesena, Enzo Lattuca, si sono specchiati in quelli dei diversi ragazzi venuti ad ascoltarli, nonostante il caldo e nonostante la politica, a Imola, negli ultimi anni non abbia dato il meglio di sé.

Al centro della scena, di fronte a oltre cento persone, c’erano, del resto, le “Idee in Comune” di un sindaco trentenne che ha già cambiato marcia e quelle, molto chiare, di un altro trentenne che cerca di seguirne la strada alle elezioni amministrative del 20 e 21 settembre, il candidato sindaco Panieri.

Gli argomenti più caldi del dibattito economico e sociale, insomma, come la svolta verde che dovrà investire l’industria e la mobilità, il rinnovamento del centro storico, fra cultura, commercio e promozione turistica e, non ultimi, la formazione e l’inserimento lavorativo delle nuove generazioni. Tutto questo trattato, con la freschezza, la competenza e la propensione al dialogo che servono a Imola per correre di nuovo.

Nella regione di cui è il naturale baricentro, nel Paese che contribuirà a far ripartire e in quell’Europa che chiede, oggi più che mai, che i suoi denari siano spesi con saggezza. Intanto Panieri è in attesa del confronto di lunedì 3 agosto con il presidente Stefano Bonaccini in viale delle Palme sempre all’Osservanza, alle 20.30,