Bologna. “DrinBò. C’è un libro per te”: è partito a Bologna il nuovo servizio di prestito librario a domicilio pensato da due poli dell’istituzione biblioteche del Comune di Bologna e Legambiente, grazie al supporto di Coop Alleanza 3.0. Il servizio è pensato per favorire il prestito librario alle categorie di persone che sono impossibilitate o hanno difficoltà a raggiungere direttamente il luogo della biblioteca, fra questi cittadinanza anziana, disabile o svantaggiata o genitori lavoratori con figli.

L’iniziativa è partita in via sperimentale con le biblioteche “Corticella-Luigi Fabbri”, dove sono state già effettuate cinque consegne di libri, e “Luigi Spina” al Pilastro con due consegne. Il progetto ha lo scopo di garantire a tutti i cittadini il diritto al sapere, alla conoscenza e alla consapevolezza, assieme ad un’attenzione alla sostenibilità ambientale. La consegna, infatti, sarà a zero emissioni, poiché fatta dai volontari di Legambiente tramite la Cargo Bike che Coop Allenza 3.0 ha deciso di donare per supportare il progetto.

Potranno usufruire del servizio gli utenti iscritti a una delle due biblioteche aderenti e domiciliati nel raggio di circa 2 km dalla sede: basterà contattare via mail o per telefono la biblioteca di riferimento per prenotare i volumi desiderati (o anche consigliati dal personale bibliotecario) e richiederne il prestito a domicilio motivandone le ragioni.

La consegna e il ritiro dei libri avverrà una volta a settimana grazie ai volontari che provvederanno alle operazioni di distribuzione in sella alla cargo bike dedicata, munita di capiente cassetta porta volumi per soddisfare le richieste che arriveranno. “Il sostegno di Coop Alleanza 3.0 al progetto è in linea con l’impegno della Cooperativa nel dare risposte ai bisogni delle persone e delle comunità, supportando iniziative che veicolino la solidarietà, la cultura, promuovendo anche stili di vita sostenibili. Per noi questi valori rappresentano infatti importanti veicoli di coesione sociale”, dichiara Coop Alleanza 3.0.

“È una proposta personalizzata, all’interno di una pluralità di servizi rivolti alla comunità – aggiunge Bioblioteca Corticella Luigi Fabbri -, che vuole rispondere ad alcune esigenze affiorate durante il periodo dell’emergenza sanitaria. E nel contempo un’azione di promozione della lettura volta alla più ampia accessibilità da parte di tutti al patrimonio delle biblioteche”.