Imola. “A un mese dalle elezioni il Commissario straordinario dovrebbe evitare di assumere ulteriori delibere, potrebbero avere un sapore politico”. Arriva dall’ex prefetto di Roma Achille Serra, capolista della lista “Cappello sindaco” una stoccata a Nicola Izzo all’indomani dell’approvazione di una delibera con la quale commenta si annuncia l’avvio di una procedura di revisione per il Comune della convenzione per il conferimento al Nuovo circondario imolese delle funzioni di Polizia municipale e Polizia amministrativa locale. “Spero che il Commissario straordinario, di cui ho personalmente grande stima, non assuma ulteriori delibere, per ragioni di opportunità a un mese dalle elezioni, e per difetto di merito: sminuire il Circondario mi sembra sbagliato e controproducente”.

Achille Serra

La richiesta è, quindi, quella di uno stop all’attività amministrativa, lasciando spazio alla campagna elettorale e demandando le future decisioni alla Giunta e al Consiglio comunale che usciranno dal voto. “Si parli finalmente di questioni concrete e, per quanto viene dalla lunga esperienza che mi porto dietro, si parli di far rivivere il corpo della Polizia municipale, affinché questo non si limiti a formali contravvenzioni, ma sia l’antenna sul territorio, in una stretta collaborazione con le forze dell’ordine, e non contro i cittadini. Si parli inoltre dell’illuminazione delle periferie perché, lo si ammetta o meno, anche a Imola è arrivata la droga. Le forze dell’ordine svolgono un lavoro eccezionale, ma il compito primo del Comune è collaborare con esse e mettere a disposizione ogni

strumento. Si discuta dei giovani e di come sia necessario intervenire presso le scuole per dialogare, spiegare, essere insieme con gli insegnanti, punto di riferimento che mai come ora manca. Si parli di come restituire sicurezza alla gente con la presenza coordinata di tutti sul territorio”.