Faenza. In attesa delle elezioni del 20 settembre prossimo, il candidato Pd al Consiglio comunale (per la lista di Massimo Isola) Roberto Matatia ha presentato i motivi salienti della sua candidatura.

Roberto Matatia (a sinistra) con il candidato sindaco Massimo Isola

Classe 1956, Roberto Matatia ha lavorato a lungo (per 40 anni fino alla chiusura avvenuta 5 anni fa) nell’attività di famiglia presso l’omonima pellicceria situata in piazza del Popolo, la piazza principale di Faenza che per Matatia rappresenta esattamente il centro della vita e della cultura cittadina; durante l’incontro, Matatia ha duramente criticato l’ “ideologia dei muri” tipica di una certa opposizione politica, aggiungendo la volontà espressa di favorire incontri e scambi culturali nella città manfreda contrastando ogni tipo di discriminazione culturale e religiosa. Ciò può costituire un’occasione di arricchimento socioculturale elevato.

“La candidatura di Roberto Matatia può aiutarci a riflettere su tante questioni; Faenza è sempre stata attenta agli eventi legati alla ‘Giornata della Memoria’, tant’è che dalla ‘Giornata’ si è passati al mese della Memoria, evento largamente condiviso, non considerato più ‘noioso’ come una volta, e questo perché l’antisemitismo è diventato un tema di dominio pubblico oltre che una piaga sociale a livello europeo, e questo soprattutto a causa del dilagante sovranismo”, commenta il candidato sindaco Pd Massimo Isola.