La Lega porta a Imola il suo responsabile economico nazionale Alberto Bagnai il 15 settembre, ore 21, ex chiesa dell’Osservanza. Un economista che ha un grande seguito anche in ambienti esterni al movimento leghista.

Rebecca Chiarini, avvocato, candidata al consiglio comunale per la Lega si è fatta promotrice di questo incontro pubblico: “Seguo Bagnai dal 2016 prima ancora della sua candidatura, un personaggio che ha ispirato la mia personale scelta di schierarmi oggi a sostegno di Daniele Marchetti: un candidato ben cosciente di certi meccanismi anche grazie alla sua esperienza in Regione”.

Una scelta quella di affrontare gli ultimi giorni di campagna elettorale puntando sul tema dell’economia “perchè sono convinta che per affrontare in modo efficace le tematiche locali sia necessario acquisire consapevolezza sui meccanismi economici nazionali e sovranazionali che, in particolare a partire dalla crisi del 2009-2010, hanno fortemente compresso i diritti dei cittadini, soprattutto i diritti sociali. È per questo che ritengo prioritari i temi economici e necessaria, anche da parte degli amministratori locali, una riflessione sul fatto che le scelte di indebitamento tramite Mes, Sure e Recovery fund condotte a livello nazionale possano svilire la libertà della politica di decidere come allocare le risorse, anche nella città di Imola”.

Da qui il contrasto con il candidato del centrosinistra Marco Panieri, che ritiene necessario ricorrere al Mes per risolvere i problemi anche della sanità imolese: “È di pochi giorni fa la notizia che il ministero dell’Economia non ha posto sul mercato i Bot trimestrali per assenza di esigenze di cassa. I mercati acquistano i nostri titoli a tassi negativi. Perché quindi indebitarsi con l’UE? Come si può credere che le stesse istituzioni che ci hanno imposto l’austerità e i tagli alla sanità (anche imolese) ci presteranno soldi senza pretendere nuovi tagli?”.