Faenza. Ancora pochi giorni e si apriranno le urne per l’elezione del futuro sindaco della città. Una campagna elettorale strana, corta, poco urlata, a parte qualche rara eccezioni, e non è certo un male.

I candidati sindaco alle elezioni comunali di Faenza 2020

I candidati sono quattro, poche speranze per Paolo Viglianti (Rifondazione e Partito comunista) e Roberto Gentilini (Potere al Popolo), la partita, quindi, è a due: Massimo Isola del centrosinistra e Paolo Cavina che è riuscito, partendo dalla precedente esperienza nel centrosinistra, di radunare attorno a sé tutte le forze di centrodestra. Di par suo Isola è riuscito a portare nel suo schieramento il Movimento 5 stelle, e non era scontato.

Cinque anni fa Faenza andò al ballottaggio, quando Malpezzi vinse sul candidato della Lega e del centrodestra. Le speranza di Cavina guardano anche a quell’esperienza, e l’aggiunta alle forze di centrodestra di alcune liste civiche gli fanno pensare che almeno il ballottaggio sia possibile.

Massimo Isola, pur nella continuità, infatti è assessore uscente alla Cultura, ha cercato di impostare la sua campagna elettorale anche sul fronte dell’innovazione.

Leggilanotizia ha intervistato i quattro candidati, cercando di fare emergenze le differenze e le linee strategiche per un futuro governo cittadino. Abbiamo provato a fare un’informazione utile per gli elettori, ai quali spetta l’ultima parola.

LEGGI LE INTERVISTE

Paolo Cavina >>>>

Roberto Gentilini >>>>

Massimo Isola >>>>

Paolo Viglianti >>>>