Imola. Le preferenze sono importanti per definire anche i possibili equilibri nella giunta che il nuovo sindaco Marco Panieri presenterà entro una settimana circa. Nel Pd il recordman è Fabrizio Castellari con 926 preferenze, seguito a ruota da Roberto “Stino” Visani con 911 e da Giacomo Gambi con 729. Poi una donna. Daniela Spadoni con 534, subito dopo Lisa Laffi con 506, Francesca Degli Esposti con 468, Chiara Sorbello con 279, Pierangelo Raffini con 264, Sonia Manaresi con 227, Cecilia Ricci con 201, Maria Lorena Trotta con 198, Bruna Gualandi con 189, Dalia Barbieri con 164. Alcuni di costoro potrebbero essere chiamati a fare gli assessori e quindi liberare posti in consiglio comunale.

Castellari parte in pole position per il ruolo di vicesindaco e Visani per quello di presidente del Consiglio comunale. Fra gli assessori del Pd dovrebbero esserci almeno due donne che hanno tutte ottenuto ottime affermazioni nelle preferenze, papabile pure per la giunta Gambi, terzo assoluto.

Per Imola Corre, fra i primi Antonio Ussia con 148 preferenze, Alan Manara con 109, bene pure Alessandro Martelli con 95, Luca Mengoli con 80. In Imola Coraggiosa la capolista Elisa Spada ha sbaragliato tutti con 374 preferenze, mentre il “comunista” Filippo Samachini è secondo con 283. Tali due liste di maggioranza, avendo conquistato almeno un consigliere comunale dovrebbero ottenere almeno un assessore di riferimento.

Fuori dal palazzo, buon risultato per Romano Linguerri con 328 preferenze in Imola Riformista e Giuseppina Brienza con 189 per Imola Futuro.

E passiamo all’opposizione. Nella Lega, oltre al candidato sindaco Daniele Marchetti, dovrebbero entrare Simone Carapia con 462 preferenze, Serena Bugani con 293, Riccardo Sangiorgi con 237 e Rebecca Chiarini con 177.

In Fratelli d’Italia il record va a Nicolas Vacchi con 461 preferenze, seconda è Maria Teresa Merli con 221.

Verso le 19 del 21 settembre, gran festa per Panieri in piazza Gramsci con oltre 200 persone, tanti candidati, tante persone del Pd come Raffaello De Brasi, Giuliano Poletti, Graziano Prantoni e Nerio Scala, Anna Pariani ed Elisa Spada di Imola Coraggiosa e tanti altri. Poi è arrivato a festeggiare uk presidente della Regione Stefano Bonaccini.

(m.m.)