Imola. Mobilità elettrica e mobilità aerea faranno bella mostra di sé all’autodromo di Imola in occasione dei Campionati di mondiali di ciclismo che si svolgeranno dal 24 al 27 settembre.

La presenza di Hera
La mobilità a pedali è la più sostenibile di tutte e il Gruppo Hera la condivide pienamente in qualità di main sponsor dei Campionati del mondo di ciclismo su strada a Imola.

Ma i progetti di mobilità sostenibile portati avanti dalla multiutility sono numerosi e vanno dalle colonnine elettriche per la ricarica dei veicoli privati e aziendali, agli automezzi che viaggiano con il biometano prodotto dalla raccolta differenziata dell’organico fatta dai cittadini, fino ai camion della spazzatura alimentati anche grazie agli oli vegetali raccolti sul territorio servito. Esempi che testimoniano una visione di mobilità che spesso si coniuga con il concetto di economia circolare, dando vita a circuiti virtuosi.

Prova l’E-Bike allo spazio Hera e scopri la ricarica elettrica
Nelle giornate dei Mondiali di ciclismo, all’autodromo Enzo e Dino Ferrari, punto di partenza e di arrivo delle gare, la multiutility sarà presente con uno spazio espositivo per fare conoscere la mobilità elettrica con i prodotti offerti da Hera. All’interno dello spazio si potranno provare le E-Bike che, attraverso diverse partnership commerciali, Hera offre unitamente alle offerte luce e gas e alla gamma dei prodotti sulla mobilità elettrica. Una iniziativa che negli ultimi mesi ha riscosso un grande interesse da parte dei clienti. Sarà quindi possibile pedalare elettrico, grazie a questi mezzi distribuiti, tra l’altro, da una impresa di Castel San Pietro Terme. Presso lo spazio saranno anche esposte le colonnine di Hera per la ricarica elettrica.

Potenziati i servizi ambientali
In occasione dei Mondiali di ciclismo potenziati i servizi di raccolta rifiuti e pulizia dei percorsi di gara per garantire il decoro della città e la sostenibilità della manifestazione.

In particolare, sono state previste lungo i percorsi delle gare crono e in linea pulizie specifiche: lo spazzamento con l’ausilio di una spazzatrice e di un operatore prima dello svolgimento delle gare e la pulizia manuale, prima e dopo le singole gare (anche nell’area circostante l’autodromo), al fine di effettuare la raccolta dei rifiuti eventualmente abbandonati o gettati a terra e la pulizia delle postazioni dei cassonetti. In zona autodromo verranno sbloccati i cassonetti per consentire il conferimento senza l’ausilio della tessera da parte del pubblico che assisterà alla gara.

Nelle giornate dal 24 al 27 varieranno altresì gli orari di svolgimento di alcuni servizi di raccolta rifiuti, a seguito delle limitazioni al traffico disposte. Tali variazioni saranno adottate anche il 24 e il 25 nei comuni di Borgo Tossignano e Casalfiumanese, anch’essi interessati dal percorso crono.

Anche sul territorio di Riolo Terme, interessato dalle gare in linea nelle giornate del 26 e 27 settembre, sempre in accordo con l’Amministrazione comunale Hera ha potenziato i servizi di pulizia pre e post gare nelle strade coinvolte e zone limitrofe e la raccolta dei rifiuti eventualmente abbandonati o gettati a terra. Varieranno inoltre gli orari dei servizi di svuotamento dei cassonetti e sarà anticipato l’orario di raccolta porta a porta di carta e cartone in calendario per il sabato. Nei giorni successivi alla fine del mondiale, verrà garantita anche la pulizia a bordo strada lungo il percorso di gara.

Gruppo Hera per la mobilità elettrica
Il Gruppo Hera è attivo da anni nella costante ricerca di soluzioni che consentano alla mobilità elettrica di diventare un’opzione concreta e praticabile. Per questo sta sviluppando gradualmente una capillare rete pubblica di ricarica che comprende l’installazione entro il 2023 di oltre 300 colonnine, di cui circa 150 nella sola Emilia-Romagna. Attualmente i punti gestiti sono già 60 ma questo numero raddoppierà entro la fine dell’anno. Imola è stata una delle prime città servite da Hera, insieme a Modena, a vedere collocate, già nel 2011, le prime di 10 colonnine pubbliche di ricarica complessivamente installate sul territorio comunale.

L’impegno del Gruppo è rivolto anche a facilitare la realizzazione di una rete di ricarica che superi i confini nazionali. E per farlo ha siglato un accordo con la piattaforma di interoperabilità Hubject, che consentirà ai clienti Hera Comm di servirsi alle infrastrutture presenti sulla piattaforma europea e ai clienti di altri operatori di ricaricare alle colonnine di Hera Comm, garantendo così una rete di infrastrutture senza barriere e sempre più interconnessa. Per massimizzare la fruibilità della rete disponibile, Hera Comm sta anche operando per l’attivazione di un servizio di pagamento diretto alle colonnine, che consentirà agli utenti di ricaricare senza aver precedentemente stipulato un contratto.

Le attività di Hera nell’ambito della mobilità elettrica sono rivolte anche alla ricarica privata: per la casa sono disponibili le Wallbox che consentono di fare il pieno senza necessità di aumentare la potenza normalmente disponibile per uso domestico. Per le aziende esiste un ricco portafoglio di soluzioni modulabili per ogni tipo di esigenza.

Biometano Hera e biodiesel
La mobilità sostenibile si attua anche con l’utilizzo del biometano prodotto nell’impianto del Gruppo Hera a S. Agata Bolognese (BO), rinnovabile al 100% e generato dal trattamento di sfalci, potature e rifiuti organici provenienti dalla raccolta differenziata fatta dai cittadini. Le emissioni dei veicoli a combustione interna sono una delle principali cause dell’inquinamento atmosferico nelle aree urbane. Con il biometano Hera, invece, si risparmiano 6.000 tonnellate di petrolio all’anno, pari a 14.000 tonnellate di CO2 evitate, e ogni metro cubo è certificato, a garanzia di una filiera totalmente trasparente. Nella provincia di Bologna chiunque può fare rifornimento di biometano in alcune stazioni di rifornimento sul territorio, anche a Imola in via Lasie 9D. Anche dagli oli vegetali si può estrarre combustibile. Hera ha siglato una partnership con Eni finalizzata a trasformare l’olio vegetale esausto di uso domestico, come quelli di frittura, recuperati dalla multiutility attraverso i contenitori stradali e le stazioni ecologiche, in biodiesel, che a sua volta viene utilizzato per alimentare mezzi aziendali per la raccolta dei rifiuti urbani.

Partnership Uci – Divisione Aerospace della Curti
In occasione della gare del Mondiale è nata una partnership tra l’Uci e la Curti, produttore dell’elicottero Zefhir, il più moderno e sicuro biposto al mondo, progettato e realizzato a Castel Bolognese dal gruppo Curti, azienda specializzata nella meccatronica e nell’aerospazio.

L’intesa va a rinforzare ulteriormente la fattiva alleanza tra il Comitato organizzatore del grande evento ed alcune fra le realtà economiche di eccellenza del territorio. La Curti infatti, molto radicata e con l’intera catena del valore distribuita nella nostra Regione costituita da oltre 500 dipendenti ed alcune centinaia di fornitori, dimostra un forte attaccamento all’Emilia-Romagna, all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari e per i grandi eventi, riconoscendo a questi, in particolare ai Campionati mondiali di ciclismo professionisti in scena questo fine settimana, la grande opportunità di essere una vetrina per le realtà locali.

Tale sinergia permetterà di vedere in volo lo straordinario elicottero italiano, unico al mondo con paracadute, ai tantissimi fan di questo meraviglioso sport, il ciclismo, così amato nella Regione Emilia-Romagna e in tutto il mondo.