Imola. Dopo l’oro nella cronometro, la campionessa olandese Anna Van Der Breggen fa il bis nella prova su strada precedendo si oltre 1 minuto e mezzo le inseguitrici. Una cavalcata solitaria partita nella salita di Gallisterna nel penultimo giro quando ha fatto il vuoto. Grande prova dell’italiana Elisa Longo Borghini che prima prova di restare accanto alla Van Der Breggen, poi parte nell’ultima salita alla ricerca dell’argento, che lo perde al fotofinish, in volata, preceduta da un’altra olandese Annemiek Van Vleuten, campionessa mondiale uscente.

Anna Van Der Breggen

Lo strapotere della squadra olandese è completato dal quarto posto di Marianne Vos. Ottima comunque la prova di squadra delle azzurre, che hanno controllato benissimo la gara fino al penultimo giro quando la differenza l’ha fatta la campionessa mondiale a cronometro. Nessuna ha resistito al suo strappo e al conseguente allungo che ben presto ha portato il suo vantaggio oltre il minuto. La Longo Borghini subito ha provato a reagire, ma non c’è stata nulla da fare anche perchè nel quartetto che inseguiva la Van Der Bruggen c’era un ‘altra olandese che chiaramente cercava di rompere il ritmo delle inseguitrici.


La volata tra Elisa Longo Borghini e Annemiek Van Vleuten

Il quartetto è poi stato raggiunto da un gruppetto di inseguitrici con le due italiane Katia Ragusa e Marta Cavalli che hanno fatto l’andatura fino ai piedi dell’ultima salita, quando è scattata la Longo Borghini. Al suo allungo ha resistito solo la Van Vleuten che l’ha poi battuta in volata.

Le donne hanno gareggiato su un percorso di 144 chilometri, quindi cinque giri del percorso iridato che misura 28,8 chilometri.

Ordine d’arrivo
1) Anna Van Der Breggen
2) Annemiek Van Vleuten a 1’35”
3) Elisa Longo Borghini a 1’35”