Imola. Una rivoluzione digitale che incorpora una valutazione del rischio, dando piena realizzazione al concetto di “lavoro agile” ai tempi del Covid. Così Sacmi ha lanciato, nell’ambito di un ambizioso programma di diffusione di nuove tecnologie e strumenti Cloud, il nuovo servizio Smart Booking.

Operativo dal 1° luglio il servizio consente a tutto il personale dipendente già interessato dallo smart working di prenotare, direttamente dall’app su SharePoint o sulla propria dashboard Microsoft Teams, la propria postazione di lavoro in azienda.

Tre i capisaldi del servizio, la facilità d’uso – l’utente può visualizzare immediatamente le postazioni disponibili, gestire e modificare le prenotazioni ed integrarle sul proprio calendario digitale –  la sicurezza e l’efficacia. “La nuova disposizione delle postazioni, così come di tutti gli spazi comuni in azienda – osserva Paolo Mongardi, presidente di Sacmi Imola – tiene già conto delle norme di distanziamento sociale. Questo consente a tutti nostri collaboratori di gestire il lavoro in presenza con la certezza di operare nel rispetto delle norme di sicurezza per sé e per gli altri”.

Il servizio Smart Booking si inserisce nella più ampia “rivoluzione digitale” con la quale Sacmi, anche attraverso l’uso di nuove tecnologie abilitanti, sta accelerando sulla diffusione di nuovi modelli organizzativi. Con il percorso di formazione sulle competenze digitali Digital Gym, avviato sin dalle prime fasi dell’emergenza, Sacmi ha supportato i colleghi nello sviluppo delle competenze digitali necessarie ad essere efficaci nel lavoro da remoto, favorendo l’attuazione e l’efficacia delle nuove modalità di lavoro smart e, quindi, la continuità delle operazioni.

Il percorso ha coinvolto oltre duemila dipendenti Sacmi, dislocati in una decina di stabilimenti produttivi italiani: “In particolare – osserva Paolo Mongardi – è emersa subito l’esigenza di agevolare la formazione dei nostri collaboratori offrendo loro un ‘luogo’ dove familiarizzare con le nuove applicazioni Cloud. La risposta è stata molto positiva, possiamo affermare di avere compiuto in poche settimane passi avanti straordinari, sia sul piano dell’efficacia dei nuovi modelli sia sotto l’aspetto della consapevolezza da parte del team”.

Fondamentale, in fase di implementazione del servizio Smart Booking, il feedback da parte dei collaboratori-utenti. Ad esempio, è stata integrata la possibilità di prenotare postazioni part time. Allo stesso modo, con Smart Booking è possibile prenotare la postazione per conto di guests (consulenti, partner, clienti) ed usufruire di un certo numero di scrivanie jolly, anche in sedi diverse del Gruppo, per coprire ogni necessità operativa anche qualora le postazioni standard risultino già prenotate.

Del pari essenziale, sotto l’aspetto organizzativo, il ruolo dei responsabili dei vari team/reparti, che quotidianamente ricevono un report dettagliato sulle presenze, per gestire al meglio le turnazioni e valutare in tempo reale eventuali necessità.

Dal punto di vista tecnologico, Smart Booking si basa su tecnologia PowerApp, la suite di app e servizi che offre un ambiente di sviluppo rapido per la creazione di app personalizzate per le esigenze aziendali. “Uno dei vantaggi di questa tecnologia – sottolinea Gianluca Nardone, responsabile HR & Organization Sacmi Group – è che consente di scrivere applicazioni in low code, per un’elevata user experience: pochi click, interfaccia intuitiva, facile integrazione su altre applicazioni Cloud. Questo aspetto favorisce molto il cambio di mentalità all’interno dell’azienda, perché consente di accompagnare l’implementazione dei nuovi servizi con benefici immediati sulla qualità del lavoro e l’evoluzione della cultura aziendale, sempre più orientata a concetti di responsabilizzazione delle persone, fiducia e delega”.