Imola. Ogni rivoluzione tecnologica porta con sé modificazioni sostanziali del panorama finanziario. Non fa eccezione la rivoluzione informatica la cui forza d’impatto è in crescita esponenziale. Se a ciò si aggiunge l’ utilizzo delle applicazioni di intelligenza artificiale il quadro futuribile risulta ancor più sfuocato e fin anche inquietante. Su questi temi interverrà il professore Giuseppe Torluccio nell’ambito dell’iniziativa organizzata dall’associazione Spazio Tempo, in collaborazione con l’Oratorio San Giacomo, martedì 6 ottobre, ore 20.45, nella sede di Torano (via Poggiolo 4) a Imola. Accesso scaglionato dalle ore 20.30.

Prenotazione obbligatoria con mail a spaziotempo.2020@gmail.com. Posti previsiti: 60.

Fintech: tecnologia e impatto sul settore finanziario” è il tema sul quale interverrà il prof. Torluccio: “L’informazione è la materia prima di qualunque contratto o applicazione finanziaria. Varie rivoluzioni tecnologiche hanno ridisegnato il settore finanziario modificando il comportamento di consumatori, investitori, istituzioni e regolatori. Oggi però l’innovazione informatica si caratterizza non solo per la velocità, ma soprattutto per la sua forte accelerazione. Come questo cambierà la relazione tra banche, mercati, assicurazioni e clienti non è ancora ben chiaro. I grandi silos informativi (Facebook, Amazon, Google e Apple) si stanno preparando ad entrare nelle transazioni finanziarie del credito, degli investimenti e dei pagamenti. I comportamenti cambieranno a seguito di una maggiore pervasività del Fintech, o semplicemente i servizi finanziari diventeranno una commodity, come acqua-luce-gas? Vedremo come i principali attori si stanno strutturando per cogliere le opportunità e ridurre le minacce della intelligenza artificiale”.

Il professore Giuseppe Torluccio

Giuseppe Torluccio è professore ordinario di Economia degli intermediari finanziari – Università di Bologna. Segue i dottorandi del dipartimento di Management- area banking – ed è coordinatore del corso di Laurea magistrale in Finanza Intermediari e Mercati. Insegna presso la Bologna Business School (Fintech). Direttore dello Yunus Social Business Centre e vicepresidente della Fondazione Grameen Italia.

Membro del Consiglio Scientifico di Aicoon. Ha maturato differenti esperienze internazionali nella ricerca e nella formazione, come PhD, Visiting e MBA in Usa e UK. Si occupa di risk management, sistemi di rating, finanziamento delle Pmi, innovazione e venture capital, corporate governance, asset management, Ict e sistema bancario, microcredito, social business e impact finance. Ha pubblicato libri e articoli su riviste nazionali e internazionali. Svolge attività di servizio presso enti pubblici e privati, società di consulenza e di formazione.