Imola. È on line, all’indirizzo www.montecatone.com, il nuovo sito web dell’Istituto, tra gli strumenti qualificanti il programma di comunicazione approvato dalla Direzione Generale e dal CdA dell’ospedale per mielolesi.

Interamente riprogettato nell’architettura funzionale e nella grafica, il sito garantisce agli utenti, rispetto al passato, la miglior user experience possibile. Sono stati interamente rivisti i flussi di navigazione tra le pagine e l’organizzazione delle informazioni su criteri di importanza e strategicità. Per ottenere tale risultato e condurre con facilità l’utente nel percorso di ricerca dell’informazione, l’Istituto ha definito e indicato nella parte superiore delle pagine le aree di interesse primario, strategiche rispetto ai target dell’Istituto: Perché Montecatone, Patologie, Unità Operative, Percorsi Specialistici, Servizi, Come fare per, Ricerca, News ed Eventi. Quelle di interesse secondario, di carattere più formale e amministrativo ma altrettanto cruciali, risultano ora inserite nella parte inferiore. Una soluzione, questa, che ha reso la navigazione più fluida e coerente e semplificato in maniera significativa l’accesso alle informazioni.

Il nuovo design grafico, pensato in un’ottica che faciliti la navigazione con smartphone e tablet nel rispetto dei requisiti di accessibilità, adotta uno stile moderno e minimale. L’utilizzo di font molto leggibili, iconografie a supporto delle immagini fotografiche, di una palette colori fresca ma formale e di elementi di multimedialità, lo rendono contemporaneo e al passo con i trend nazionali e internazionali.

Proprio alla multimedialità è stato fatto ampio ricorso con una serie di interventi, rapidi ed esaustivi, dei responsabili delle Unità Operative che accompagnano il navigatore nelle pagine di pertinenza lasciando poi al testo il compito di un eventuale approfondimento. Nella sezione Perché Montecatone, infine, una breve clip di presentazione dell’Istituto le cui riprese sono state realizzate a giugno unitamente agli speech del personale.

Tra le nuove pagine proposte nel menu principale, anche quella dedicata alla Ricerca che, in Istituto, come ha ricordato il Direttore Generale, Mario Tubertini, “è promossa sia come strumento per migliorare la qualità dell’assistenza dei pazienti con gravi mielo e/o cerebrolesioni, sia per individuare e sviluppare nuove e innovative soluzioni terapeutiche in grado di modificare la storia naturale di malattia”. In evidenza i singoli progetti e la timeline di avanzamento di ciascuno.