Imola. Montecatone Rehabilitation Institute e Irccs delle Scienze Neurologiche di Bologna hanno sottoscritto nei giorni scorsi un importante accordo finalizzato a creare uno spazio di collaborazione tra competenze complementari.

Montecatone, infatti, è l’ospedale di alta specializzazione per la riabilitazione intensiva, polo regionale per i colpiti da lesione midollare e tra i maggiori centri dell’Emilia-Romagna per le persone con grave lesione cerebrale acquisita; Isbn, oltre a garantire attività assistenziali neurologiche, neurochirurgiche e neuroradiologiche, rappresenta a sua volta un riferimento regionale/nazionale per lo studio e la cura di malattie del sistema nervoso a maggior o minor incidenza.

La partnership, sottoscritta dal direttore generale di Montecatone Mario Tubertini e dall’omologo in Isbn, Paolo Bordon, frutto di valutazioni sulle opportunità di collaborazione formulate già alcune settimane fa – è articolata in tre punti: attività in ambito clinico, riabilitativo e tecnologico dedicate al trattamento dei pazienti con mielolesione o grave cerebrolesione acquisita; sviluppo e definizione di percorsi diagnostico-terapeutico-assistenziali integrati; cooperazione nella ricerca clinica e di base nell’ambito delle lesioni midollari traumatiche e delle cerebro lesioni.

Soddisfazione è stata espressa da Tubertini per questo primo, importante passo verso la stabile creazione di un collegamento tra Montecatone e l’Irccs bolognese “che credo molto interessante anche sotto il profilo della ricerca, ambito in cui l’Istituto ritiene di potersi ritagliare un ruolo complementare importante poiché qui ha sede la più grande unità spinale italiana dove la risposta terapeutica riabilitativa è elevata così come lo sono la qualità espressa e la competenza”.