Faenza. Distretto A festeggia i suoi primi 10 anni sabato 10 e domenica 11 ottobre, organizzando un evento contingentato causa emergenza Covid. Lo slogan è sempre #Diamocidentro, lo stesso scelto per l’evento virtuale del maggio scorso, che ha sostituito il classico format della cena itinerante, appuntamento abituale(e molto apprezzato) da parte di tutti i faentini da 10 anni a questa parte.

Mostre, laboratori, appuntamenti culinari (e non solo)nel pieno rispetto della difficile situazione sanitaria; si comincia sabato 10 con una mostra en plein air intitolata “Let’s do it”, frutto di una ricerca artistica effettuata in pieno lockdown: durante il periodo di marzo – aprile era stata infatti effettuata una call for artists, in cui sono stati selezionati 150 artisti che esporranno dei poster in 18 punti lungo il distretto (i poster raffigurano l’idea di lockdown di ciascun artista). In occasione della mostra sarà infatti possibile partecipare a un tour in bicicletta (curato da “Torre dell’Orologio”) partendo da O’Fiore mio Hub sabato 10, dalle ore 15, per un massimo di due ore.

Per quanto riguarda gli altri appuntamenti, la giornata di sabato partirà con un brunch presso gli spazi di Quazar Coworking (di fianco all’Osteria della Sghisa), curato da Frankie Fiorentini (previa prenotazione, dalle 9.30 alle 12.30); sempre presso Quazar è possibile visitare – a partire dalle 17.30 – una mostra fotografica , intitolata “Se fossi lui/se fossi libero”, curata da Sonia Formica e dai suoi studenti del quarto anno (4°A) dell’Istituto “Oriani” di Faenza, indirizzo Grafico. Dalle 18.30 alle 21 al museo Carlo Zauli verrà invece presentato “Dado Flow”, l’insieme dei lavori svolti durante la residenza d’artista presso il museo.

Oltre agli appuntamenti culturali, avrà luogo – dalle 17 alle 19.30 – l’aperitivo al secondo piano del palazzo di via Fadina 7 (su prenotazione) a cura di Monica & Tonica, che preparerà un cocktail speciale denominato “C’è del persolino”, al ritmo della musica di dj Colli.

La giornata si chiude con una cena “in strada”, più precisamente in via della Croce – in collaborazione con l’antistante Rione Nero – , con tavoli distanziati e prenotazione obbligatoria in due turni (rispettivamente alle 19.30 e alle 21.30); chi arriva da casa dovrà portare e prepararsi l’apparecchiatura da sé, e dovrà scegliere da mangiare presso uno dei diversi punti ristoro (da asporto) presenti nel distretto.

A chiusura del weekend, ci si troverà domenica 11, ore 11, per “Tanti salumi a tutti”, appuntamento presso la Cantina di Leone Conti, che per l’occasione inaugurerà sia il murales dipinto da Cristiano Marchetti, sia il suo nuovo frantoio.

Mappa virtuale (e programma dell’evento) sono disponibili presso il sito www.distrettoa.it.

(Annalaura Matatia)