Imola. Dopo lo stop causato dall’emergenza Covid- 19, la campagna “Per un pugno di mozziconi…” riparte. L’iniziativa lanciata nello scorso novembre da “La Valle delle Albicocche”, azienda agricola con poderi a Bagnacavallo e nella Valle del Santerno, in collaborazione con l’associazione Cambiavento di Imola, ripropone ai cittadini la raccolta dei mozziconi in cambio di 2,5 kg di mele del podere di Bagnacavallo. Non si tratta solo di un gesti benevolo, ma della ferma intenzione di trovare la quantità sufficiente di rifiuto per avviare la sperimentazione per il suo riciclo, per la quale erano già in atto contatti importanti.

Il contesto ambientale

L’iniziativa si cala in un contesto ambientale che stao mettendo in mostra come il mozzicone, in quanto rifiuto, incida sull’inquinamento dei mari ormai come la plastica, se non di più. Bene o male sulla plastica è cresciuta la sensibilità e vi sono molte campagne per la sua riduzione e raccolta.

I mozziconi, invece, continuano ad imperversare sulle nostre spiagge, dequalificandole e inquinando il mare quando a causa delle onde vengono a contatto con l’acqua. Secondo i dati della Regione Veneto sono 72 miliardi il numero di cicche di sigarette che vengono gettate a terra in un anno in Italia e non solo a terra, visto che i mozziconi rappresentano quasi la metà dei rifiuti risultanti dalla pulizia del Mar Mediterraneo, al primo posto rispetto addirittura a bottiglie di plastica, buste di plastica e lattine.

I mozziconi di sigaretta sono rifiuti altamente tossici, le sostanze chimiche contenute in una sigaretta, delle quali molte restano anche nella cicca e quindi poi si diffondono nell’ambiente, sono più di 4000.

L’artista Matteo Zini ritira i mozziconi per fare la sua opera d’arte

L’opera d’arte

Anche il giovane artista modenese, Matteo Zini, ha proseguito nella realizzazione di un’opera d’arte, una bellissima mela rossa, che verrà messa all’asta nel corso di una festa, in collegamento con le scuole. L’iniziativa verrà ripensata e realizzata in futuro mantenendo l’idea di donare il ricavato ad una scuola imolese che ha aderito al progetto.

Le adesioni

114 persone hanno consegnato le cicche, dalla provincia di Firenze a quella di Rovigo, da Bologna a Ravenna fino a Ferrara e Rimini. Al progetto ha aderito il comandante della Polizia provinciale di Ferrara, Dott. Claudio Castagnoli, che, tramite l’Emporio Solidale, collabora alla raccolta dei mozziconi.

Ma l’iniziativa ha ormai varcato i confini emiliano romagnoli. Da Potenza, la Polisportiva “La Potentina”, una Asd di bocce e tennistavolo. “Abbiamo sentito parlare della vostra iniziativa sulla raccolta e sul riciclo dei mozziconi di sigaretta, vi abbiamo spedito il nostro contributo”.

L’iniziativa di Ferrara

Tutto è cominciato con l’adesione del comandante della Polizia provinciale di Ferrara, Dott. Claudio Castagnoli, alla nostra iniziativa, ora grazie da un grande lavoro di coinvolgimento dei territori e delle loro espressioni associative il 10 ottobre si terrà una importante manifestazione che coinvolgerà gran parte dei Comuni della provincia e mote associazioni del territorio. La Valle delle Albicocche sarà presente e donerà diverse decine di chilogrammi di prodotti alle associazioni impegnate nel sociale.

COME FARE PER ADERIRE

Per aderire alla campagna scrivete a info@lavalledellealbicocche.it. Una volta raggiunti i 500 grammi di mozziconi lo comunicate e la consegna, con conseguente ritiro dei prodotti in omaggio, potrà avvenire il lunedì e giovedì a Imola, dalle 16.30 alle 18.30, presso la sede dell’associazione Primola, in via Lippi 2/C a Imola. Oppure tutti i giorni (previa accordo telefonico) direttamente in azienda in via Granaroli 8 a Bagnacavallo (RA).

Per ulteriori informazioni tel. 334.1308514 (Domenico Errani) – www.lavalledellealbicocche.it