Imola. “E’ tempo di influenza, è ora del vaccino”. Il vaccino semplifica la diagnosi e garantisce una migliore gestione dei casi sospetti di Covid oltre a ridurre il rischio di complicanze gravi e di ricovero ospedaliero delle persone con patologie croniche

Parte il 12 ottobre la campagna di vaccinazione antinfluenzale. Molte le novità previste quest’anno e, soprattutto, con un obiettivo ben preciso: in un anno che si preannuncia complesso, poiché la stagione influenzale vedrà, molto probabilmente, una co-circolazione di virus influenzali e SARS-CoV-2, si punta a ridurre le complicazioni e semplificare la diagnosi e la gestione dei casi sospetti, oltre a ridurre il rischio di complicanze gravi e di ricovero ospedaliero delle persone con patologie croniche. Proprio per questo motivo nella nostra Regione sono stati anticipati i tempi di avvio: quest’anno si inizia il 12 ottobre e il vaccino potrà essere somministrato in qualsiasi momento della stagione influenzale, anche se il cittadino si presenterà oltre il 31 dicembre 2020.


A chi è offerto gratuitamente il vaccino

La vaccinazione antinfluenzale sarà offerta gratuitamente a soggetti di età pari o superiore a 65 anni, con o senza patologie croniche; donne che all’inizio della stagione epidemica si trovano in gravidanza o donne nel periodo post partum ; medici e personale sanitario di assistenza nelle strutture sanitarie, socio-sanitarie e socio-assistenziali; soggetti ricoverati presso strutture per lungodegenti; soggetti tra i 6 mesi e i 65 anni con patologie croniche; familiari e contatti di soggetti ad alto rischio; soggetti addetti a servizi pubblici di primario interesse collettivo (personale scolastico, polizia, carabinieri, vigili del fuoco, e così via); personale che, per motivi di lavoro, è a contatto con animali che potrebbero costituire fonte di infezione da virus influenzali non umani; volontari in ambito sociosanitario e donatori di sangue.

La vaccinazione sarà eseguita gratuitamente, su richiesta degli interessati, anche ai soggetti con età compresa tra i 60 ed i 64 anni. La vaccinazione nei bambini è raccomandata e gratuita per le categorie a rischio.

L’ambulatorio Vaccinazioni pediatriche, tramite avviso postale, inviterà all’esecuzione della vaccinazione presso i propri ambulatori i bambini iscritti dal Pediatra di libera scelta, che sono esenti ticket per le patologie a rischio (secondo le indicazioni regionali). Le vaccinazioni saranno eseguite presso gli ambulatori Vaccinazioni dell’Infanzia previo appuntamento da richiedere telefonicamente al numero 0542 604246 – dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 10

Vaccino a pagamento

Per quanto riguarda i vaccini da somministrare a soggetti non appartenenti alle categorie a rischio le Regioni sulla base di un accordo raggiunto dalla Conferenza Stato-Regioni, rendono disponibili una quota anche nel mercato privato. Nel caso dell’Emilia-Romagna si tratta del 3%, pari a 36mila dosi, che saranno quindi a disposizione dei privati.

Le tipologie di vaccino

Due le tipologie di vaccino antinfluenzale fornite per la campagna 2020-2021: il vaccino split quadrivalente, autorizzato dai 6 mesi di età che contiene due virus di tipo A e due virus di tipo B, da destinare alle persone fino a 75 anni e il vaccino trivalente adiuvato con MF59, in cui l’adiuvante aumenta l’immunogenicità e la capacità di cross-protezione verso virus varianti, nonché la durata nel tempo della protezione conferita.

L’andamento della copertura vaccinale ad Imola

A partire dalla campagna 2015-2016 la copertura vaccinale delle persone dai 65 anni in su è tornata ad aumentare; la scorsa stagione la Regione ha confermato un trend in crescita (copertura pari al 57%). Nel nostro territorio il 57,5% degli ultrassentacinquenni del Circondario imolese si è vaccinato contro l’influenza. Il dato della copertura vaccinale antinfluenzale della stagione 2019/2020 è superiore alla media regionale.

Dove vaccinarsi

La vaccinazione antiinfluenzale va in genere richiesta al proprio medico di medicina generale, ma può essere anche effettuata presso gli Ambulatori Vaccinazioni Adulti del Dipartimento di Sanità Pubblica esclusivamente previa prenotazione Cup.

Si precisa che gli ambulatori Vaccinali del Dipartimento sanità Pubblica effettua esclusivamente le vaccinazioni gratuite per categorie a rischio. Non si accetteranno prenotazioni di persone non appartenenti a queste categorie.

Imola – Igiene Pubblica (V.le Amendola 8) solo su prenotazione al CUP dal martedì al venerdì ore 8.30 – 11.30

Imola – Nucleo di Cure Primarie – (V.le Amendola 8) lunedì-martedì-giovedì ore 9,30-11,30, solo su prenotazione al CUP

Castel San Pietro Terme – Ospedale Civile (V.le Oriani 1) c/o Casa della Salute: martedì ore 9,30 – 12,30 solo su prenotazione al CUP

Medicina – Polo Sanitario (Via Saffi 1) c/o Casa della Salute: giovedì ore 9,30 – 12,30 solo su prenotazione al CUP

Per ulteriori informazioni
• Il medico o pediatra di famiglia;
• AUSL di Imola – Amb. Vaccinazioni adulti – dal lunedì al venerdì 12-13,30 – 0542.604916;
• Numero verde gratuito del Servizio Sanitario Regionale 800 033.033, dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 17.30, il sabato dalle 8.30 alle 13.30.

La vaccinazione contro lo pneumococco

A differenza della vaccinazione contro l’influenza, che le persone a rischio devono ripetere tutti gli anni, quella contro lo pneumococco viene fatta una sola volta nella vita perché conferisce una protezione duratura. Da alcuni anni la nostra Regione propone la vaccinazione anti-pneumococco gratuita alle persone che compiono 65 anni di età, pertanto nel 2020 riceveranno a casa tramite lettera l’invito a vaccinarsi tutti i nati nel 1955, che potranno effettuarla dal proprio medico di famiglia.

I cittadini nati dal 1954 che sono stati vaccinati l’anno scorso riceveranno una dose di vaccino antipneumococcico 23valente che completa la protezione nei confronti della malattia. Chi è nato nel 1952 e 1953 e non si fosse ancora vaccinato conserva la gratuità anche se esegue la vaccinazione negli anni successivi alla chiamata.