Bologna (Aggiornamento ore 12 dell’11 ottobre). Tanti i casi a livello europeo che nella giornata del 10 ottobre ha segnato un record con oltre 123.000 positivi. La giornata odierna in Italia, domenica 11 ottobre, è caratterizzata da un calo di tamponi a cui corrisponde una diminuzione dei casi di positività. In 24 ore i nuovi contagi sono 5.724 (+ 352). I decessi sono 26 (- 3). Terapie intensive a quota 420 (+ 29). I tamponi odierni sono 104.658 (- 28.426). La Lombardia resta la regione con più contagiati in giornata: 1.032, seguono Campania (633), Toscana (517) e Veneto (438). I guariti sono 1.184 contro i 976 di ieri. I malati attuali sono 79.075.


Calano i tamponi in Emilia Romagna ma i casi di positività non calano: 384 nelle ultime 24 ore (+ 1 rispetto a ieri) con circa 8.700 tamponi (- 5.000) e oltre 2.000 test sierologici. Un decesso. 8 casi di positività a Imola.

La situazione di ieri >>>>

La situazione in Italia in tempo reale >>>>

La situazione nell’Ausl di Imola
Sonio 8 i casi di positività nelle ultime 24 ore. Due casi di positività coinvolgono la scuola. Il primo riguarda una docente della scuola di infanzia statale di Pontesanto di Imola, sintomatica, il cui ultimo giorno di frequenza è stato il 7 ottobre.
Il secondo coinvolge uno studente, asintomatico, individuato nell’ambito di attività di contact tracing per un precedente caso, frequentante la Primaria Casadio (ex-Chiusura) di Imola, il cui ultimo giorno di frequenza è stato il 9 ottobre.
In entrambi i casi sia gli alunni che gli insegnanti delle classi coinvolte sono stati considerati contatti stretti e posti in isolamento.
E’ in corso la programmazione dei tamponi (27 tamponi per il 1° caso e 30 per il 2°).

La situazione in regione
Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 37.681 casi di positività, 384 in più rispetto a ieri, di cui 171 asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali.

Dei 384 nuovi casi, 137 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 162 sono stati individuati nell’ambito di focolai già noti.

Sono 13 i nuovi contagi collegati a rientri dall’estero, per i quali la Regione ha previsto due tamponi naso-faringei durante l’isolamento fiduciario se in arrivo da Paesi extra Schengen e un tampone se di rientro da Grecia, Spagna, Croazia, Malta e regioni della Francia. 8 invece i casi positivi di rientro da altre regioni.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 43,8 anni.

Sui 171 asintomatici, 108 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 25 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 5 con i test pre-ricovero. Per 33 casi è in corso la verifica sul motivo del tampone.

Per quanto riguarda la situazione nelle province, i numeri più elevati si registrano a Bologna (73), Modena (54), Rimini (47), Piacenza (47), Reggio Emilia (37), a Forlì (35), Parma (31), Ferrara (28), a Cesena (16), a Imola (8) e in quella di Ravenna (8).

In provincia di Bologna sono 73 i nuovi casi: 39 sintomatici, di cui 18 considerati sporadici e 21 da focolai (familiari, presso strutture socio-sanitarie e per frequenza di luoghi pubblici); 1 caso risulta importato dall’estero (Austria) mentre 3 da regioni italiane (Puglia, Sicilia e Veneto). Dei 34 asintomatici, 2 sono sporadici e 32 sono relativi a focolai (famigliari, amicali e per frequenza luoghi pubblici). 2 casi risultano importati da regioni italiane (Puglia e Toscana)

In provincia di Modena, su 54 nuovi positivi, di cui 23 asintomatici, 24 sono contatti di focolai già noti, 7 ospiti di Cra, 7 riferiti a screening aziendali e in ambito scolastico, 16 sono casi sporadici sui quali si stanno svolgendo accertamenti sull’origine del contagio.

A Rimini e provincia 47 nuovi casi, di cui 36 con sintomi, oltre la metà già in isolamento al momento del tampone. Nel dettaglio, 8 pazienti sono risultati positivi dopo il tampone eseguito per sintomi (di cui 1 dopo rientro dalla Toscana e 1 dalla Lombardia), 2 sono risultati positivi dopo rientro dall’estero (Romania), 34 sono risultati positivi per contatto stretto con casi noti (famigliari, amici e lavoro), 2 sono risultati positivi al tampone pre-ricovero per altre patologie, 1 è stato rilevato con test di screening professionale.

Per quanto riguarda Piacenza e provincia, su 47 nuovi positivi 22 sono sintomatici. Nel dettaglio, 14 sono stati individuati tramite contact tracing, 3 risultati positivi dopo il tampone eseguito su richiesta del medico di famiglia per sintomi, 12 sono casi sporadici, 2 da screening in una Cra, 2 sono stati rilevati con test di screening professionale, 2 sono casi di rientro dall’estero (Albania e Romania), 7 sono risultati positivi dopo screening in reparti ospedalieri e 5 sempre per test di screening in pronto soccorso.

Nel Reggiano su 37 nuovi casi positivi, 14 sono riconducibili a focolai familiari, 15 classificati come sporadici, 4 importati dall’estero (Marocco e Ucraina), 1 da altra regione (Campania), 1 da focolaio scolastico, 2 da focolai di amici. Tutti i casi sono in isolamento domiciliare.

A Forlì sono 35 i nuovi casi, di cui 26 sintomatici. Nel dettaglio, 19 casi sono risultati positivi dopo il tampone eseguito su richiesta del medico di famiglia per sintomi, 1 è risultato positivo dopo rientro dall’estero (Francia), 16 sono risultati positivi per contatto stretto con casi certi (famigliari e amici).

A Parma e provincia sono 31 i nuovi positivi. Nel dettaglio, 15 sono i pazienti individuati tramite contact tracing, 7 sono i pazienti sintomatici rilevati come sporadici, 1 è risultato da uno screening sierologico, 7 da screening nelle scuole, 1 da test di screening sportivo, 1 rilevato tramite screening pre ricovero.

In provincia di Ferrara, su 28 positivi 19 sono asintomatici. Nel dettaglio, 8 sono ospiti di una residenza Cra, 2 sono casi singoli in corso di accertamento, 16 sono risultati positivi per contatto con casi certi (famigliari e amici), 1 è risultato positivo dopo rientro dall’estero (Moldavia), 1 dopo il tampone eseguito su richiesta del medico di famiglia per sintomi.

Sui 16 nuovi positivi identificati a Cesena, 9 sono asintomatici, 7 in isolamento domiciliare al momento della diagnosi. Nel dettaglio: 11 sono risultati positivi per contatto con casi certi (famigliari e amici), 3 rilevati in quanto pazienti sintomatici (di cui 1 è un rientro da viaggio in Olanda già in isolamento al momento della diagnosi), 2 sono stati rilevati con test di screening.

I tamponi effettuati ieri sono 8.660, per un totale di 1.290.991. A questi si aggiungono anche 2.080 test sierologici.

I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 6.349 (373 in più di quelli registrati ieri).

Purtroppo, si registra un nuovo decesso in provincia di Parma. Il numero totale sale dunque a 4.495.

Le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 6.072 (+353 rispetto a ieri), circa il 95% dei casi attivi. Sono 23 i pazienti in terapia intensiva (+7 rispetto a ieri) e 254 (+13) quelli ricoverati negli altri reparti Covid.

Le persone complessivamente guarite salgono a 26.837 (+10 rispetto a ieri): 7 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 26.830 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.

Questi i nuovi casi di positività sul territorio, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 5.365 a Piacenza (+47, di cui 20 sintomatici), 4.512 a Parma (+31, di cui 9 sintomatici), 6.062 a Reggio Emilia (+37, di cui 30 sintomatici), 5.245 a Modena (+54, di cui 31 sintomatici), 6.756 a Bologna (+73, di cui 44 sintomatici); 614 casi a Imola (+8, di cui 3 sintomatico), 1.581 a Ferrara (+28, di cui 9 sintomatici); 1.909 a Ravenna (+8, di cui 4 sintomatici), 1.571 a Forlì (+35, di cui 22 sintomatici), 1.231 a Cesena (+16 di cui 7 sintomatici) e 2.835 a Rimini (+47, di cui 34 sintomatici).