Imola. I carabinieri sono riusciti a persuadere e a salvare un 67enne italiano che voleva suicidarsi ingerendo una massiccia dose di farmaci. E’ successo l’11 ottobre pomeriggio, quando la Centrale del Numero Unico di Emergenza 112 è stata informata che un imolese voleva suicidarsi.

Quasi quotidianamente, ormai, i carabinieri del Comando Provinciale di Bologna si trovano ad affrontare situazioni analoghe di cittadini giovani, adulti o anziani che decidono di farla finita per vari motivi, spesso legati alla presenza contemporanea di vari fattori: solitudine, depressione, disoccupazione, crisi o debiti economici, lutti familiari, malattia etc.

Purtroppo, alcuni riescono a togliersi la vita, altri, fortunatamente, vengono convinti a desistere, grazie al supporto dei parenti, amici o, come accaduto l’11 ottobre pomeriggio, dei carabinieri di Imola, specializzati ad affrontare quelle situazioni critiche che richiedono un tocco umano per convincere le persone a cambiare idea all’ultimo istante. Soccorso dai sanitari del 118, il 67enne è stato trasportato presso una struttura sanitaria per accertamenti.