Nella foto, da sinistra, Mario Fumagalli (CE.SI), con Giuseppe Miselli (Sacmi).

Imola. CE.SI., Ceramica di Sirone, raddoppia con Sacmi. E’ stato installato un nuovo forno, modello FMS, ad elevate performance e risparmio energetico, all’interno di una nuova infrastruttura, un capannone con annesso laboratorio. Il progetto è stato realizzato e completato con successo in piena emergenza Covid, grazie all’efficace e fattiva collaborazione tra il team Sacmi, i tecnici e la dirigenza dell’azienda di Lecco, da oltre 60 anni protagonista nella ceramica italiana di alta qualità.

La nuova linea – che porta a tre i forni Sacmi installati – è dedicata al prodotto storico CE.SI., piastrelle in tinta unita in grés smaltato e dal formato medio-piccolo, particolarmente apprezzate da architetti e designer di tutto il mondo. Accanto al nuovo forno, CE.SI. investe sulle linee di stoccaggio di ultima generazione, acquistando da Sacmi-Nuova Sima un sistema completo su veicoli a guida laser LGV, una soluzione che, in pratica, raddoppia l’automazione fornita da Sacmi alla fine del 2017.

“Anche in questa fase difficile abbiamo scelto, con determinazione, di investire sul futuro, scommettendo sulla qualità dei nostri prodotti e sulla migliore tecnologia per realizzarli – osserva Mario Fumagalli, in rappresentanza della proprietà dell’azienda -. Un ringraziamento particolare va alle nostre persone che con abnegazione e impegno hanno lavorato al progetto anche in questa fase difficile per l’Italia e, in particolare, per la nostra regione. Un progetto che rafforza la nostra idea di ‘fabbrica 4.0’ e che ci consentirà di rispondere ancora meglio alle esigenze dei nostri clienti e del mercato”.