Imola. Il Comune pronto in aiuto delle attività economiche. Nei giorni scorsi la giunta comunale ha infatti approvato due provvedimenti che vanno in tale direzione, prorogando fino al 31 dicembre prossimo le agevolazioni in materia di occupazione suolo pubblico e dei dehors.

Il primo provvedimento consiste nella proroga delle misure straordinarie in materia di Cosap per i pubblici esercizi, adottate dal Commissario Straordinario il 15 maggio scorso e in vigore fino al 31 ottobre prossimo. Questa delibera verrà esaminata dalla Commissione Urbanistica nei prossimi giorni, per poi passare all’esame del Consiglio comunale, giovedì 22 ottobre prossimo, cui spetta la valutazione definitiva.

Il secondo provvedimento è relativo alla proroga delle misure straordinarie per consentire l’occupazione di suolo pubblico per spazi all’aperto annessi  ad attività artigianali del settore alimentare, anche in deroga temporanea a regolamenti ed ordinanze comunali, adottate dal Commissario straordinario il 23 luglio scorso ed in vigore fino al 31 ottobre prossimo. In questo caso la delibera di giunta è esecutiva fin dalla sua approvazione.

“In un momento così difficile per l’economia causata dal Covid -19 abbiamo ritenuto necessario prolungare la concessione gratuita di suolo e dei dehors – quest’ultima verrà portata per approvazione nel prossimo Consiglio Comunale del 22 ottobre – al fine di venire incontro agli esercizi pubblici. Anche se andiamo incontro al periodo invernale riteniamo possa essere apprezzato e utile – spiega Pierangelo Raffini, assessore alle Attività produttive -. In questo nuovo atto ho legato il rinnovo automatico della concessione al ‘Decreto Rilancio’, in modo da tutelare anche per il futuro gli esercenti, augurandoci naturalmente che migliori la situazione sanitaria”.

Proroga esenzione Cosap pubblici esercizi – La giunta ha approvato la proroga fino al 31.12.2020 le seguenti misure (anche in deroga temporanea ai regolamenti comunali vigenti), inizialmente previste fino al 31 ottobre prossimo:

  1. l’esenzione dal pagamento del canone di concessione prevista per le attività di somministrazione alimenti e bevande per superfici fino a 30 mq e di durata inferiore a 180 giorni situate in centro storico è estesa a tutte le attività (di somministrazione) del territorio comunale;
  2. che non è dovuto il canone di occupazione suolo pubblico (Cosap) per l’installazione di sistemi di gestione della fila e fornitura alla clientela di dispositivi per la prevenzione del contagio (esempio gel mani e guanti monouso);
  3. l’ampliamento dei dehors per l’adeguamento alle norme sul distanziamento sociale è possibile fino ad un massimo del 50 % della superficie attualmente concessa, mentre le nuove concessioni di spazi dedicati alla somministrazione sono possibili per massimo mq 50, integrabile del 50 %.

Le occupazioni di cui ai punti precedenti sono consentite nel rispetto delle norme in materia di sicurezza e della circolazione e con la salvaguardia dei diritti delle proprietà e delle attività limitrofe.

Il presente provvedimento non compromette il mantenimento degli equilibri di bilancio di Area Blu S.p.A.

Infine, la delibera stabilisce che l’eventuale estensione delle agevolazioni per il periodo successivo al 31 dicembre 2020 e fino al permanere dell’emergenza COVID-19, potrà essere approvata previa verifica degli effetti sui rispettivi bilanci.

La giunta ha stabilito di prorogare queste agevolazioni considerando che il distanziamento sociale sia misura fondamentale per il contrasto alla diffusione del COVID-19.

Come detto, questo provvedimento diventerà esecutivo solo dopo l’approvazione del  Consiglio comunale.

Proroga disposizioni per attività artigianali del settore alimentare – La giunta ha approvato (anche in deroga temporanea ai regolamenti ed ordinanze comunali vigenti) la proroga fino al 31.01.2021 (e comunque fino al termine dello stato di emergenza causato dall’epidemia da COVID-19) della possibilità, per le attività artigianali di produzione del settore alimentare, che svolgono nella stessa sede legittimamente anche l’attività di vendita al dettaglio di prodotti alimentari quale esercizio di vicinato, di occupare suolo pubblico da utilizzare per il consumo sul posto senza servizio assistito, previa concessione rilasciata da Area Blu Spa, per la posa di arredi destinati al consumo, senza sottrarre spazio al transito ciclabile e agli stalli di sosta delle auto. La suddetta concessione è consentita per massimo di mq 50 nel rispetto delle norme in materia di sicurezza e della circolazione e con la salvaguardia dei diritti delle proprietà e delle attività limitrofe. Il presente provvedimento non compromette il mantenimento degli equilibri di bilancio di Area Blu S.p.A.

La giunta ha stabilito di prorogare queste agevolazioni considerando che tuttora persiste lo stato d’emergenza da COVID-19, per cui continuano ad essere applicate le misure di contrasto alla diffusione dell’epidemia come il distanziamento sociale. Da qui la decisione di favorire l’ampliamento temporaneo delle attività economiche su aree esterne per lo stazionamento e il consumo da parte della clientela.