Faenza. Si è svolta nella serata del 15 ottobre la prima seduta del nuovo Consiglio comunale faentino. Il sindaco Massimo Isola ha prestato giuramento alla Costituzione e alla Repubblica Italiana, Niccolò Bosi è stato eletto all’unanimità, con 24 voti e nessun astenuto. Presidente del Consiglio.

La prima seduta del Consiglio comunale di Faenza

Classe 1984, Niccolò Bosi era già stato capogruppo Pd nella legislatura Malpezzi e alle ultime amministrative aveva “portato a casa” 1.111 preferenze; il vicepresidente del Consiglio comunale è invece Massimiliano Penazzi di “Insieme per cambiare”.


Composto da 24 membri , il neo insediato Consiglio comunale è costituito da 15 membri di maggioranza (9 appartenenti al Pd, 2 a Faenza Cresce, 2 a Faenza Coraggiosa, 1 al Movimento 5 Stelle e 1 a Italia Viva), 8 di opposizione (5 della Lega, 1 di Fratelli d’Italia, 1 di Insieme per cambiare e 1 Per Faenza), ai quali si aggiungono Massimo Isola e Paolo Cavina.

Tra i nomi che figurano nelle file del Pd troviamo Maria Luisa Martinez (già presidente dell’Unione della Romagna Faentina), Niccolò Benedetti, Simona Ballardini, Luciano Biolchini, Giulia Bassani, Gionata Amadei , Virginia Silvagni e Roberto Matatia; per quanto riguarda invece Faenza Cresce , troviamo Riccardo Cappelli e Andrea Luccaroni (dopo la rinuncia di Luca Cavallari), per Faenza Coraggiosa Ilaria Visani e Luigia Carcioffi, per il M5S Brunella Sbarzagli, mentre per Italia Viva Alessio Grillini. Il nuovo capogruppo Pd sarà invece Giulia Bassani.

Oltre all’ex candidato sindaco Paolo Cavina, l’opposizione vede nel suo gruppo la presenza di Gabriele Padovani, Andrea Liverani, Giorgia Maiardi , Alvise Albonetti e Roberta Conti (tutti nelle file della Lega, il cui capogruppo è Gabriele Padovani); Fratelli d’Italia vede la presenza in Consiglio di Stefano Bertozzi, mentre Insieme per Cambiare quella di Massimiliano Penazzi.

Infine, durante i lavori del Consiglio sono stati nominati i rappresentanti del Comune di Faenza all’interno del Consiglio dell’Unione della Romagna faentina , più precisamente 9 nella maggioranza e 4 nella minoranza.

(Annalaura Matatia)