Il tumore della prostata è una patologia diffusa, rappresenta il 20 % dei tumori dell’uomo sopra i 50 anni ed è tra le principali cause di decessi per cancro nell’uomo. Uno studio in 11 paesi ha dimostrato l’accuratezza della Risonanza magnetica nello studio approfondito e dettagliato della ghiandola prostatica, definendone l’importanza nella valutazione della condizione di salute o malattia della prostata e ne ha stabilito il ruolo imprescindibile e fondamentale nell’iter diagnostico prostatico.

“Risonanza magnetica multi parametrica” della prostata

E’ un esame di Risonanza magnetica di ultima generazione che si differenzia dalla Risonanza magnetica convenzionale perché vengono studiati insieme più parametri prostatici, cioè nel corso dello stesso singolo esame si fanno più valutazioni, completamente diverse tra loro. Questo permette di analizzare la prostata in maniera più approfondita con il risultato di una diagnosi non solo più precisa ma anche più precoce.

Con la “Risonanza magnetica multi parametrica” si acquisiscono i parametri anatomici, i parametri vascolari (il tipo di perfusione ematica) e funzionali come la densità del tessuto ed il grado di cellularità. In altre parole, con un unico esame si ottiene una valutazione morfologica e funzionale della prostata, con aumento della capacità di identificare le lesioni non tumorali dalle tumorali, ma anche di distinguere tra le lesioni tumorali quelle aggressive da quelle non aggressive (tumore indolente).

Tutte queste informazioni permettono di evitare o ridurre in maniera significativa biopsie inutili ma anche, nel caso la biopsia sia necessaria, di “mappare” la prostata, ed eseguire invece una biopsia mirata esattamente sulla lesione o zona sospetta con un risultato diagnostico molto più preciso.

Quando eseguire questa risonanza

E’ consigliabile che il paziente vi ricorra in caso di:
PSA alterato;
– visita urologica endo rettale alterata;
– nodulo sospetto all’ecografia;

La risonanza andrebbe eseguita prima di una eventuale biopsia. Questo perché identificato il paziente che necessita di una biopsia, questa sarà mirata e non più random alla cieca, con il rischio di prelevare un tessuto non interessato dalla malattia con un risultato falsamente negativo.

Grazie alle coordinate esatte della zona o della lesione veramente sospetta il medico ha le indicazioni di dove eseguire la biopsia Eco od RM guidata, aumentando di fatto le possibilità di una diagnosi esatta.

Nuova Risonanza magnetica Siemens

Grazie all’esame di “Risonanza magnetica multi parametrica” si identificano i pazienti con malattia aggressiva che devono prendere subito dei provvedimenti dai pazienti con neoplasia invece poco aggressiva cioè con tumore a basso rischio evolutivo (tumore indolente) che possono avere l’opzione di un iter di attesa adeguatamente monitorato ed in sicurezza.

Questi pazienti verranno seguiti con attenzione mediante un programma di sorveglianza attiva per essere pronti ad intervenire immediatamente qualora i parametri clinici si modificassero sfavorevolmente .

La “Risonanza magnetica multi parametrica” aiuta il medico a decidere se agire subito o solo quando strettamente necessario.

Questo permette di evitare over treatment del paziente cioè interventi chirurgici, radioterapie o terapie mediche ormonali, che possono peggiorare la qualità della vita (ansia, impotenza, ecc.) e che nell’immediato non sono assolutamente indispensabili perché sono lesioni tumorali a basso rischio che è molto improbabile progrediscano.

La RM multi parametrica è importante anche nella stadiazione e nell’identificazione di recidiva dopo prostatectomia o radioterapia.

Nuova Risonanza magnestica

Come si esegue?

Con le RM di ultima generazione non è più necessaria la bobina endorettale. Questo elimina il fastidio al paziente, deformazioni della ghiandola, artefatti nelle immagini ed evita anche le possibili lesioni endo rettali associate (11,4 %). Per il paziente l’esame è un semplice e normale esame di Risonanza magnetica con mezzo di contrasto, senza ulteriori fastidi ed ha una durata di circa 20/30 minuti.

Conclusione

Con un unico esame la RM multi parametrica riesce a dare al medico un quadro completo della situazione prostatica, dei tessuti circostanti e dei linfonodi, informazioni indispensabili per pianificare il migliore percorso diagnostico terapeutico da intraprendere, nell’interesse del paziente.

Il Poliambulatorio Zappi Bartalena ha attivato una collaborazione con il dott. Paolo Tinazzi Martini, Medico Radiologo della scuola di Verona da anni specificatamente dedicato alla esecuzione degli esami di Risonanza magnetica di prostata e di addome (pancreas, fegato pelvi ecc) e particolarmente competente ed esperto della diagnostica per immagini di questi organi.

Il Poliambulatorio Zappi Bartalena, convenzionato con diverse assicurazioni private, è lieto di informare che anche questo esame, fondamentale nell’iter diagnostico delle lesioni prostatiche, è effettuabile su appuntamento.

Poliambulatorio Zappi Bartalena
Via Cogne 4 – Imola (BO)
Telefono: 0542.011728 – 0542.42011 – 0542.643911
Fax: 0542.010274
Email: zappibartalena@email.it
Sito: https://www.zappibartalena.it/