Faenza. Il -7 finale non fotografa la bella prestazione della Pallamano Romagna che affronta con il giusto spirito gli austriaci del Tirol, certamente sovrastanti sul piano fisico e molto preparati dal punto di vista tecnico.

Finisce 25-32 per gli ospiti, al PalaCattani, al termine di un match molto equilibrato per oltre 45’. Il Romagna mostra i muscoli, resistendo e, anzi, conducendo spesso non solo nel primo tempo. Poi nel finale emergono le caratteristiche fisiche dei ragazzi di coach Hagleitner.


Una fase dell’incontro Pallamano Romagna – Tirol (Foto Annalisa Mazzini)

In evidenza la prestazione difensiva di Dario Chiarini che non riesce a far male in attacco, ma lotta col fisico contro i giganti austriaci. Al tiro, bene Gregorio Mazzanti che pesca 7 perle, seguito a ruota dall’altro terzino Stefano Babini che si sblocca in questo campionato, centrando un buon bottino personale.

Secondo ko consecutivo per gli arancioblu che soccombono contro un’altra formazione (dopo Crenna) in piena crescita. I risultati dagli altri campi relegano il Romagna ad una posizione di metà classifica, comunque a soli 4 punti dalla capolista a punteggio pieno Malo.

Sabato prossimo, trasferta sulla carta più agevole contro San Vito Marano, per tentare di tornare a festeggiare i 2 punti in classifica.

La cronaca

Nei primi 3’ capitan Tassinari impatta, con una doppietta, il 2-0 iniziale degli ospiti. Quindi un lungo momento di equilibrio con il vantaggio per entrambe le squadre che non supera una lunghezza di margine, fino al +2 (9-7) siglato da Gollini e Amaroli al 17’ di gioco. In questa fase il Romagna gioca meglio, senza troppi errori, mantenendo sempre l’inerzia del match: negli ultimi 10’ segna a ripetizione con Mazzanti (4), Zanoni (2), Amaroli e Babini, andando a cogliere il +2 (17-15) di metà tempo, con le due squadre che raggiungono gli spogliatoi.

La ripresa vede l’immediato pareggio grazie alle reti di Prader. Babini e Tassinari rimettono il +2 sul tabellone per il Romagna. Fino al 20’ in campo vige un equilibrio sostanziale, con Babini protagonista da una parte, mentre gli austriaci trovano varie bocche da fuoco. Sul 21-22 l’ultimo vero contatto tra le due squadre, prima che il Tirol cominci a piazzare qualche break, non eclatanti, ma costanti: in pochi minuti gli ospiti si ritrovano sul 23-26 al 16’, quindi 24-28 a 9’ dalla fine con la rete di Prader. L’allungo di Dimai negli ultimi minuti fa scappare il Tirol sul 24-31. Finisce 25-32, con gli applausi per i vincitori e per i vinti, che si sono comunque battuti ad armi pari, per quasi 50’ di gioco.

Il tabellino

Serie A2 – 5ª giornata andata

PALLAMANO ROMAGNA-MEDALP TIROL 25-32 (pt. 17-15)
Romagna: Redaelli, G.Sami, T.Sami, Bianconi, Mazzanti 7, Albertini, Amaroli 3, Babini 6, Bandini, Bartoli, Boukhris 2, Zanoni 2, F.Tassinari 4, Chiarini, Drago, Gollini 1. All: D.Tassinari

Tirol: Heiss, Igbinoba 6, Demmerer 7, Lamesic 1, Kristen 2, Dimai 6, Szep, Einwanger, Prader 7, Brezinka, Dobric 3. All: Hagleitner

Arbitri: Rhim Bilel e Id-Ammou Ismail

I risultati

Pallamano Romagna-Tirol 25-32
Cassano Magnago-San Vito Marano (18/10/20)
Torri-Arcom 29-19
Leno-Mezzocorona 29-21
Cologne-Crenna 18-20
Ferrara-Oderzo 26-23
Malo-Vigasio 27-18

Classifica: Malo 10, Tirol e Torri 8, Cologne 7, Pallamano Romagna, Vigasio e Crenna 6, Ferrara e Leno 4, San Vito Marano, Oderzo e Cassano Magnago 2, Mezzocorona 1, Arcom 0.