Faenza. Il negozio – laboratorio faentino di Dress Again (progetto dell’associazione “Farsi Prossimo”, che ha come obiettivo quello di dare una “seconda vita” ai vestiti e darli ai più bisognosi), ha ideato e realizzato un’iniziativa, che si concretizza nel donare borse porta drenaggio – denominate Be kind Bag- a ogni paziente ricoverato nel reparto di Chirurgia e Terapie oncologiche di Forlì che ne sentirà l’esigenza.

Una borsa di Dress Again

Ed è stato proprio l’ospedale Morgagni-Pierantoni di Forlì ad ospitare ieri, lunedì 19 ottobre, la presentazione del progetto, ideato dallo Ior (Istituto Oncologico Romagnolo) e da Michela Fabbri, sua volontaria (e figlia di un malato oncologico, costretto poi a sottoporsi ad intervento chirurgico), che ha sottolineato l’effetto benefico che una borsa – realizzata con scampoli di stoffe colorate – possa dare a ogni malato costretto a convivere (per tempi più o meno lunghi) con i drenaggi.


E’ inoltre importante sottolineare come lo Ior sia sempre attivo in campagne anche di crowfunding: in particolare, ha messo a disposizione il suo portale gratuito di raccolta fondi www.insiemeachicura.it, dove dal 19 ottobre fino a fine anno potranno venire effettuate donazioni online, il cui ricavato verrà utilizzato interamente per finanziare la borsa di studio del dott. Leonardo Solaini, figura professionale coinvolta nell’indagine sulle tipologie di ambiti in cui l’impiego della robotica possa effettivamente migliorare l’outcome clinico dei pazienti.

In questo modo l’innovazione in campo chirurgico verrà impiegata per preservare non solo l’aspettativa, ma anche la qualità di vita di un numero sempre maggiore di malati, che potranno così beneficiare di operazioni mini-invasive.

(Annalaura Matatia)