In un momento storico in cui si richiede “distanziamento” sociale, l’iniziativa può sembrare fuori luogo, ma il mantra “Andrà tutto bene” deve guidare anche la nostra mente a restare curiosa ed attiva, pur nel rispetto delle regole sanitarie. Questa iniziativa è nata dall’idea di due normalissimi cittadini durante le chiacchierate scherzose sul Poliamore nelle cene fra amici, fino ad arrivare ad affrontarlo in maniera più profonda, come una filosofia di vita.

L’iniziativa avrà luogo il giorno 24 ottobre presso il mercato Ortofrutticolo di Imola viale Rivalta 10-12 con inizio alle ore 15. Ingresso gratuito. Consigliata la prenotazione telefonica al 349.2863523 considerato i posti in numero limitato.

Ha incontrato la condivisione dell’associazione Opera Aps, in particolare nella persona di Samanta Sonsini, presidente dell’Associazione, la collaborazione dei relatori e l’aiuto di alcuni sponsor “futuristi” che ne ha permesso la realizzazione.

I relatori Chiara Fusi, creativa culturale di Milano, Luigi Turinese Medico, Omeopata e Psicologo di Roma, Luca Pes, giurista antropologo di Alessandria, Mark Padellini Coach e Formatore di Bologna illustreranno il tema da diversi punti di vista.

Opera chiuderà l’iniziativa con uno spettacolo di teatro di comunità dal titolo “L’amore non chiede il permesso” in collaborazione con la compagnia Exit.

Come richiama il titolo stesso, l’iniziativa ha il solo scopo di dare informazioni e stimoli per arricchire le proprie conoscenze personali, senza voler convincere nessuno.

Eric Fromm, nel suo libro “l’arte di amare”, definisce l’Amore come un’attitudine caratteriale, la capacità di donarsi e non uno schema dove venga indicato necessariamente il numero delle persone che si possono amare.

La diffusione dei tradimenti, sempre esistiti, delle relazioni virtuali e la crisi stessa del modello tipico famigliare dovrebbero farci riflettere sul fatto che forse non sono solo dovuti alla “paura di impegnarsi”. La modalità stessa di relazione sessualmente ed emotivamente esclusiva potrebbe non essere ideale ed intoccabile.