Imola. “Il Comune è a disposizione per sostenere le imprese ed il vostro lavoro. In questo momento così difficile dobbiamo fare quadrato tutti insieme, per guardare avanti. Siamo al vostro fianco con la presenza e con il cuore, per condividere le fatiche e gli sforzi che state facendo”, ha detto il sindaco Marco Panieri, nel prendere la parola durante la manifestazione organizzata il 28 ottobre mattina da commercianti, titolari di pubblici esercizi e di attività culturali in piazza Matteotti. Una manifestazione che ha visto la presenza di operatori ben distanziati, seduti con la mascherina che hanno poi tolto a turno per prendere la parola e protestare civilmente esprimendo in modo  composto le proprie ragioni, di fronte ai provvedimenti contenuti nel DPCM del 24 ottobre scorso.

“Vi ringrazio dei toni che avete usato e del distanziamento che avete pienamente rispettato – ha commentato Panieri -. Capiamo il vostro disagio, che è anche il nostro disagio. Come Amministrazione comunale siamo sempre aperti al dialogo. A questo proposito, l’assessore alle Attività produttive, Raffini, ha incontrato su questi temi le associazioni di categoria. Cercheremo di attivare le poche leve che come Comune abbiamo, dalla deroga all’occupazione suolo pubblico agli sgravi sulla Tari, cercando di promuovere eventi diffusi, anche piccoli, per rilanciare il centro storico ma non solo, con uno sguardo anche alle attività in tutti i quartieri e nelle frazioni della città”.

Il sindaco ha poi dato merito agli imprenditori presenti dell’impegno profuso fin qui, per continuare l’attività in piena sicurezza. “Conosco gli sforzi e gli investimenti economici che avete fatto per rispettare le normative anti Covid -19 e garantire la sicurezza del vostro personale e della clientela delle vostre attività. Per questo vi esprimo la forte vicinanza e invito tutti, in un momento così difficile, a fare acquisti in città, a valorizzare la rete qualificata degli operatori economici del nostro territorio”, ha aggiunto il sindaco, che ha poi concluso “c’è bisogno anche di piccoli gesti, tutti insieme, per ridare speranza. E avere  illuminato due vie del centro con le parole di Ayrton Senna è un segnale che va proprio in questa direzione”.