Faenza. E’ stato presentata l’iniziativa “In cammino verso i diritti”, promosso dall’Unione della Romagna faentina, dedicata al rispetto e alla valorizzazione dei diritti umani come fattore di creazione di comunità coese e di nuove prospettive di sviluppo sostenibile. Il progetto coinvolge i sei Comuni della Romagna faentina, ideando una serie di eventi formativi e informativi online, in programma fino alla fine dell’anno.

Le attività di questo percorso si articoleranno su 4 versanti: il primo è dedicato al dialogo interculturale, affrontato anche tramite il linguaggio del cibo, previa realizzazione di un ricettario online che, con documentazione fotografica e video, possa creare e diffondere una consapevolezza sulla cultura di provenienza delle diverse etnie presenti nel territorio dell’Unione (con focus particolare sui Comuni di Casola Valsenio e Riolo Terme, grazie anche alla collaborazione con la Pro Loco). Verrà anche dato spazio al dialogo interreligioso, affrontato durante momenti di riflessione collettiva assieme ai rappresentanti del mondo cattolico e del Centro di Cultura islamica (appuntamenti il 6 e il 13 novembre, collaterali alla giornata del dialogo interreligioso tenutasi a Faenza lo scorso 25 ottobre).

A completare il programma del progetto vi sono poi gli eventi formativi e informativi online, nei quali si parlerà di diritti di cittadinanza ed emergenza sanitaria, focalizzandosi sulle fasce di popolazione più vulnerabili, come ad esempio le donne vittime di violenza soprattutto in ambito domestico: a tal proposito, il Comune di Brisighella, Sos Donna e le scuole collaboreranno alla realizzazione di una conferenza online prevista per il 25 novembre, “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne”.

Il 28 novembre (ore 9-12) si parlerà invece di promozione di un diritto al lavoro e di una occupazione rispettosa dei diritti individuali in un convegno a distanza dove si discuterà di contrasto al caporalato in agricoltura e al badantato, oltre che alle infiltrazioni della criminalità all’interno del tessuto economico locale. Svolto in modalità online, il convegno coinvolgerà il Comune di Solarolo.

Non mancano poi le iniziative rivolte ai più piccoli: martedì 10 novembre, ore 17.30, la biblioteca Mariani di Solarolo ospiterà l’ evento (ripreso in diretta Facebook) intitolato “Racconti per un mondo diritto”, narrazione in musica per celebrare i diritti dei bambini; durante la settimana dal 14 al 21 novembre sempre la pagina Facebook della biblioteca di Solarolo trasmetterà la rassegna bibliografica online “I diritti dei bambini per parole e immagini”, con consigli di lettura tematici e dirette, e il 16 novembre alle 20.30 su zoom si potrà seguire il convegno “Il Mondo fa rima con noi”, rivolto ad adulti, genitori, educatori ed insegnanti.

Infine, il quarto filone del progetto riguarda il tema dei diritti come fattore di sviluppo sostenibile della persona e della comunità, con una prima edizione della “marcia dei diritti” a Castel Bolognese, lungo il fiume Senio in occasione della “Giornata mondiale dei diritti umani” (12 dicembre).

Per maggiori informazioni sul progetto consultare il sito www.romagnafaentina.it.

(Annalaura Matatia)