Faenza. “Anche se naturalmente il non poter realizzare momenti di incontro è una grave perdita per la nostra realtà, è nostra intenzione re-inventarci e organizzare iniziative on line per continuare ad offrire alla comunità opportunità di approfondimento e di dialogo, anche se a distanza”, con queste parole il centro culturale e ricreativo Arci Prometeo di Faenza comunica l’intenzione di proseguire, seppure online, con le proprie inizitive. “Per questo abbiamo velocemente riconvertito gli incontri previsti per le prossime settimane, in particolare un’analisi del voto Usa 2020 ed un percorso di incontri formativi sulla storia del Novecento organizzato in collaborazione con la Fondazione Bella Ciao”.

Giovedì 5 novembre, alle ore 20.45 si parlerà con Giuseppe Masetti (direttore dell’Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea di Ravenna e provincia) del ruolo dell’Italia nello scacchiere internazionale dopo la ricostruzione post bellica, all’inizio della Guerra Fredda.

Martedì 17 novembre alle ore 20.45 con Guido Ceroni (presidente dell’Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea di Ravenna e provincia) si parlerà invece dei cambiamenti attraversati dal Paese nel periodo del boom economico.

Martedì 24 novembre alle ore 20.45 con il prof. Andrea Baravelli, docente di storia contemporanea e storia della comunicazione politica presso l’Università Ferrara, si parlerà delle conquiste economiche e sociali degli anni ’70, ovvero del periodo in cui si sono affermati moltissimi dei diritti che oggi i cittadini italiani danno per scontati.

Altri momenti in calendario sono anche l’analisi del voto delle elezioni statunitensi, che si terrà martedì 10 novembre alle ore 20.45 con il prof. Mario Del Pero, docente di storia internazionale a SciencesPo Parigi e fra i massimi esperti italiani di storia americana, con cui si approfondiranno tutti gli elementi della sfida Donald Trump vs Joe Biden. Ed infine venerdì 13 novembre i soci del circolo organizzano un dibattito on line sul ruolo degli uomini nel femminismo: i diritti di genere e le pari opportunità sono soltanto una questione “fra donne”?

Informazioni sulla pagina facebook del circolo.