“Le 127 Giornate di Riolo Terme” è un percorso di conoscenza che il Comune di Riolo Terme promuove nelle prossime settimane con l’obiettivo di approfondire – anche fra i più giovani – la conoscenza della comunità sui fatti inerenti le vicende belliche.

Le iniziative prevedono in primo luogo un concorso di idee per la realizzazione di un nuovo monumento dedicato alle vittime civili di guerra, che sarà collocato presso il parco Sandro Pertini e che verrà scelto da un’apposita commissione di esperti. Il bando sarà gestito dall’Istituto storico della Resistenza e sarà aperto fino al 5 dicembre 2020 alle idee progettuali avanzate da professionisti e studenti residenti nella provincia di Ravenna. A chi presenterà il miglior progetto andrà un premio di 600 euro, e l’installazione sarà realizzata nell’anno 2021 da parte del Comune di Riolo Terme.

Un’ulteriore iniziativa, realizzata grazie alla collaborazione con la sezione Anpi di Riolo Terme, consisterà nell’allestimento di una mostra all’aperto in Corso Matteotti dedicata al passaggio del fronte a Riolo Terme sul fiume Senio, che si svolgerà per 127 giornate dal 5 dicembre 2020 all’11 aprile 2021.

Previsti inoltre ulteriori momenti formativi e didattici rivolti alle scuole medie (un laboratorio on line) a cura della Coop “Le Pagine”, che gestisce la biblioteca, e ai giovani fra i 14 e i 19 anni (presentazione on line di una graphic novel sul tema della Resistenza e della Liberazione).

In calendario anche l’intitolazione della biblioteca comunale a Gaspare Mirandola, già membro della Resistenza, cultore della storia locale, sindaco della Città d’acque e poi presidente dell’Anpi locale.

Infine, il progetto sarà l’occasione per realizzare una mappatura dei luoghi del paese dedicati alla celebrazione della Liberazione e alla memoria degli eventi inerenti i conflitti del Novecento, in modo da definire un percorso organico che possa consentire al pubblico approfondimenti tramite la lettura di QR code e l’accesso a pagine di spiegazione sui propri smartphone. Tutto il percorso vedrà inoltre la realizzazione di documenti multimediali che saranno veicolati tramite la pagina Facebook del Comune di Riolo Terme.

“L’amministrazione è molto felice di promuovere un progetto che faccia da collante tra diverse associazioni e che vada finalmente a mettere a sistema tutto il materiale raccolto negli anni, testimonianze, foto e libri che già ci sono e che troveranno una forma nuova e fruibile da tutti nella mappa digitale del sentiero della memoria. Non dimenticando di ringraziare chi negli anni passati ha raccolto e mantenuto tutto il materiale che altrimenti sarebbe andato perduto: Gaspare Mirandola”.

Il percorso è cofinanziato dalla Regione Emilia-Romagna e vede il contributo anche dell’ass. Nazionale Vittime Civili di Guerra; è svolto in collaborazione con ANPI Riolo Terme, ass. Nazionale Reduci della Brigata Friuli, Centro Imolese di documentazione resistenza antifascista e arte contemporanea, Amici del Fiume Senio, Clips Rag e Rock.