Imola. Dalla prossima settimana il lottatore Mirco Minguzzi, già atleta Usil, vestirà i colori del Gruppo Sportivo dei Carabinieri. Il giovane imolese ha infatti vinto il concorso sportivi, specialità lotta greco-romana, per l’Arma. A partire da lunedì 9 novembre sarà dunque impegnato nel corso di sei settimane propedeutico al giuramento vero e proprio per entrare a far parte del corpo. Dalla stessa data, quindi, vestirà ufficialmente i colori dei Carabinieri.

Per l’Unione Sportiva Imolese Lotta, impegnata da oltre cinquant’anni nell’ambito della lotta olimpica, quello di Mirco Minguzzi è un grande traguardo: obiettivo della società è infatti, da sempre, quello di formare e far crescere atleti che possano poi competere anche a livello professionistico.

“In qualità di allenatore Usil non posso che essere contento per Mirco – dice l’allenatore Matteo Ranzi -. Egoisticamente un po’ dispiace perchè la presenza di Mirco era un valore aggiunto per la società e per Imola, ma ovviamente si tratta di una nuova occasione che gli permetterà di proseguire la propria crescita nella lotta per molto tempo. Personalmente e a nome della società gli auguriamo che possa essere una bella esperienza”.

“Sono felice di dare inizio alla mia carriera sportiva in maniera professionista con il Gruppo Sportivo dei Carabinieri – commenta Mirco Minguzzi -. È l’occasione per dedicarmi con tutto me stesso nella lotta olimpica, senza alcun timore per il futuro, anzi, è proprio la lotta ora il mio futuro. Il Gruppo Sportivo dei Carabinieri è ben organizzato, sono certo che potrò trovarmi bene in questo nuovo ambiente per professionisti. La mia intenzione è quella di allenarmi sodo per essere pronto a dare il massimo appena sarà possibile ricominciare con gli incontri sulla materassina, per portare in alto i colori del Gruppo, dell’Usil dove sono cresciuto e di Imola, la mia città”.