Faenza. “Il viaggio di Dante. La linea della poesia”: questo è il titolo della mostra che aprirà il 10 novembre nel Salone delle Bandiere della residenza comunale faentina. L’esposizione fotografica dedicata al Sommo Poeta è il primo di una serie di iniziative ed eventi del percorso di approfondimento culturale, letterario, artistico e storico legato a “Dante 2021”, annata di celebrazioni in programma a Faenza (attualmente in corso di organizzazione).

Ritratto di Dante (Foto Wikipedia)

Assieme ad altri 34 Comuni della Romagna e della Toscana, Faenza ha sottoscritto un protocollo d’intesa volto ad individuare un sistema turistico interregionale denominato “Le vie di Dante tra Romagna e Toscana”, contesto in cui l’identità e la spiccata riconoscibilità dei luoghi e degli attrattori culturali si fondono con le tradizioni storiche più radicate.

Il percorso fotografico racconta e percorre il viaggio di Dante, passando per la Toscana e i territori dell’Appennino fino alla Romagna. A tale scopo vengono utilizzate 30 immagini che riprendono immagini di Firenze e Faenza (nelle sue peculiarità culturali e turistiche, oltre che paesaggistiche e artigianali), panorami delle colline boscose e agricole di Brisighella e di Marradi, nonché di Ravenna (città in cui Dante trovò pace dopo il lungo e doloroso esilio dalla propria città natale).

L’itinerario viene percorso con il “treno di Dante”, lungo la storica linea ferroviaria Faentina, definibile anche “la linea della poesia”, itinerario di grande bellezza e interesse culturale e turistico. La lettura del viaggio fotografico verrà inoltre affiancata da un approfondimento filologico, appuntamento online (trasmesso sui canali web del Comune di Faenza il prossimo 21 novembre) che vedrà la presenza come relatori del professor Domenico de Martino (Università di Pavia), di Stefano Albarello (alla voce e al liuto), e dell’attrice Federica Miniati.

L’esposizione fotografica sarà visitabile fino al 27 novembre negli orari di apertura della residenza comunale.

(Annalaura Matatia)