Dozza. I carabinieri, coadiuvati dai reparti speciali dell’Arma di Bologna, Nas e Nil, hanno sanzionato il titolare di un ristorante, durante i servizi relativi alle “Misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale”.

Benché in regola con l’attuale normativa anti Covid-19, il ristoratore aveva organizzato un pranzo a una ventina di persone, facendo uso di un paio di cuochi assunti senza un regolare contratto di lavoro e utilizzando alimenti sprovvisti della tracciabilità prevista dalla normativa.

L’attività è terminata con il sequestro di una quarantina di kg di alimenti e 10mila euro circa di sanzioni applicate per le carenze igieniche e la presenza di lavoro irregolare.