A seguito del DPCM del 3 novembre 2020, i servizi di apertura al pubblico delle biblioteche cittadine e dell’Archivio Storico Comunale sono sospesi da venerdì 6 novembre fino al 3 dicembre 2020. Per limitare il disagio dei lettori e degli studiosi, a Imola a partire da mercoledì 11 novembre sarà attivato un servizio di prenotazione dei libri e di tutti gli altri materiali ammessi al normale prestito (Dvd, Cd musicali, audiolibri), con consegna a domicilio, organizzata nel massimo rispetto di tutte le misure di sicurezza prescritte dalle autorità sanitarie e che durerà per tutto il periodo di chiusura delle biblioteche  previsto dal DPCM del 3 novembre 2020 (ovvero dal 6/11/2020 al 3/12/2020).

Le consegne a domicilio saranno effettuate in giornate e orario predefiniti ed entro una determinata distanza dalla biblioteca più vicina (all’incirca 2 Km.). Per distanze superiori, si sta valutando la possibilità di organizzare un servizio di asporto presso le singole strutture, previa prenotazione.

Le modalità operative per usufruire del servizio di prenotazione (ed eventualmente di quello da asporto) sono riportate nei siti e pagine social delle biblioteche www.bim.comune.imola.bo.itwww.casapiani.comune.imola.bo.it http://www.facebook.com/bimbibliotecaimola (rinviamo direttamente a siti e social, perché vi è una ampia articolazione e diversificazione di fasce orarie attivate dalle singole strutture e giornate di consegna dei libri).

I servizi bibliotecari del Comune di Imola, fortemente convinti dell’importanza dei libri quali strumenti primari di apprendimento, ricerca e conoscenza, intendono con questa soluzione offrire possibilità alternative per tutelare il diritto di accesso ai servizi da parte degli studenti, dei ricercatori, dei lavoratori e delle famiglie.

I servizi online – Oltre a questo servizio straordinario di  consegna a domicilio dei libri in ambito cittadino, le biblioteche garantiranno anche i seguenti servizi on line:

– l’accesso alla biblioteca digitale Emilib che fornisce la possibilità di leggere ebook, quotidiani e riviste, e ascoltare audiolibri (per informazioni scrivere a: bim@comune.imola.bo.it)

– i servizi di informazione telefonica e il servizio Chiedilo al Bibliotecario per assistenza alle ricerche bibliografiche e il servizio Chiedilo all’archivista

– la consultazione del catalogo on line della biblioteca

Tutti i prestiti in scadenza durante il periodo di lockdown saranno automaticamente rinnovati e potranno essere restituiti alla riapertura delle biblioteche. Gli eventi culturali programmati saranno se possibile spostati in altra data o trasmessi in streaming, come ad esempio gli eventi legati al Baccanale che saranno trasmessi in streaming, come indicato nel calendario che si può consultare a questo indirizzo: http://bim.comune.imola.bo.it/news.php.

Gambi: “Le biblioteche si sono riorganizzate per garantire il prestito librario” – “A pochi giorni dall’ultimo DPCM, le biblioteche imolesi BIM, Casa Piani e quelle decentrate si sono riorganizzate per continuare a garantire il servizio di prestito librario e,  perché no, per incentivare qualcuno che non legge un libro da un poco a ricominciare” spiega Giacomo Gambi, assessore alla Cultura, Politiche giovanili e Legalità.

“Da ogni crisi – che, del resto, deriva dal greco “scelta” – abbiamo lavorato per cogliere un’opportunità. Affrontare i problemi ed offrire soluzioni. Ringrazio il direttore della biblioteca dott. Gabriele Rossi e tutto il personale che, da subito entusiasta, ha riconosciuto la propria missione di diffondere cultura organizzando questo servizio a domicilio. Peraltro, con la riorganizzazione di questo servizio, abbiamo permesso di non sospendere diversi contratti con lavoratori della cultura esterni al Comune. Creiamo lavoro, diffondiamo cultura, stiamo accanto alle persone, affrontiamo il Covid uscendone migliori. Perché no, grazie ad un buon libro” conclude l’assessore Gambi.

 Tutte le informazioni in merito saranno disponibili sul sito www.bim.comune.imola.bo.it e www.casapiani.bim.comune.imola.bo.it diffuse anche sui social network della Bim.

Anche a Castel San Pietro Terme e Osteria Grande, come vuole l’ultimo DPCM, dal 6 novembre le biblioteche sono chiuse al pubblico, ma si potranno comunque contattare telefonicamente al numero 051 940064 e via email all’indirizzo biblioteca@cspietro.it. Lo staff risponderà nelle mattine dal lunedì al venerdì e nei pomeriggi di martedì e giovedì e sarà disponibile a dare risposte bibliografiche e consigli di lettura, fornire bibliografie per insegnanti (in questo caso i libri potranno essere consegnati direttamente alle classi), fare iscrizioni a Emilib-biblioteca digitale.

Da subito sarà riattivato il servizio di consegna a domicilio dei libri con la collaborazione dei volontari del COC- Centro Operativo Comunale di Protezione Civile, che era stato molto apprezzato dalla cittadinanza durante il lockdown della scorsa primavera, e la prima consegna è avvenuta martedì 10 novembre. Alla biblioteca di Castel San Pietro Terme rimarrà attivo il reso libri tramite il contenitore esterno.

Al momento non è possibile attivare servizi che implichino la presenza degli utenti in biblioteca, ma a livello metropolitano si sta lavorando per individuare altri servizi da prestare ai cittadini.

L’invito è comunque quello di seguire la pagina web delle biblioteche comunali che viene sempre aggiornata con informazioni e nuove proposte all’interno del sito del Comune di Castel San Pietro Terme all’indirizzo: https://www.comune.castelsanpietroterme.bo.it/biblioteche-e-archivio-storico.

Ad esempio, da alcuni giorni è stato inaugurato un piccolo modulo di suggerimenti di lettura a cura dei bibliotecari riguardanti alcune novità editoriali (una di narrativa, una di saggistica, una per bambini o ragazzi). Si trova nella pagina dedicata agli ultimi acquisti delle biblioteche comunali: https://www.comune.castelsanpietroterme.bo.it/biblioteche-e-archivio-storico/ultimi-acquisti) e viene aggiornato periodicamente. I link dei titoli rimandano al catalogo OPAC del Polo Bolognese, in cui si trova generalmente anche un abstract dei testi in questione, oltre naturalmente alla scheda e all’indicazione delle biblioteche in cui si trovano.