Imola. A causa della emergenza sanitaria dovuta alla pandemia Covid 19, la XXVII edizione del Banco d’Assaggio dei Vini dell’Imolese che si svolge tradizionalmente all’interno del Baccanale quest’anno non potrà svolgersi in presenza.

“Visto il rilievo e l’attesa per questa manifestazione, sempre più seguita nel corso degli anni, in particolare da un pubblico di giovani, l’Amministrazione comunale ha comunque ritenuto di utilizzare una nuova formula, in video, per valorizzare e promuovere l’eccellenza dei vini prodotti nel territorio della Doc Colli d’ Imola, proprio a partire dal 13 novembre, giorno in cui avrebbe dovuto prendere il via, in presenza, la tradizionale rassegna” spiega Pierangelo Raffini, assessore all’Agricoltura.

È stata pertanto prodotta una vera e propria rassegna video in 16 puntate, una ciascuna dedicata ai 16 produttori vitivinicoli aderenti alla Doc Colli d’ Imola, introdotta da una puntata iniziale che vede la partecipazione e la presentazione del sindaco Marco Panieri.

Le puntate di questa rassegna di “assaggi” video saranno trasmesse quotidianamente nella pagina Facebook del Baccanale e vedranno come protagonisti i rappresentanti delle 16 cantine coinvolte nella presentazione di un vino scelto tra quelli prodotti nella propria azienda.

“Un breve video dove il vignaiolo stesso potrà raccontare e mettere in luce caratteristiche del vino, del vitigno da cui derivano le uve, le modalità di vinificazione, di invecchiamento e gli abbinamenti ideali. Per farci ricordare tutto il piacere di bere un buon vino di qualità” conclude l’assessore Raffini.

Le cantine coinvolte – Le 16 cantine coinvolte e che aderiscono alla DOC Colli d’ Imola sono: Branchini 1858 – Dozza; Cà Bruciata – Imola; Cantina dei Colli Romagnoli Imola; Cantina Viticoltori Imolesi Imola; Fattoria Monticino Rosso Imola; Fondo Cà Vecja – Imola; Franchini Imola; Giovannini Imola; Istituto Agrario Scarabelli Imola; Tenuta Franzona Imola; Merlotta Imola; Poderi delle Rocche – Imola; Tenuta Palazzona di Maggio – Ozzano dell’ Emilia; Terre di Macerato – Casalfiumanese; Tramosasso –  Borgo Tossignano; Tre Monti – Imola.

La bottiglia ed i menu del Baccanale – Anche quest’anno le cantine della Doc Colli d’Imola possono etichettare i propri vini anche con l’immagine del Baccanale, proponendo quindi ‘la bottiglia del Baccanale’, che può essere acquistata direttamente nelle singole aziende vitivinicole.

Infine, ricordiamo che nel mese di novembre i ristoranti e gli agriturismi di Imola e circondario propongono il menu del Baccanale, con la possibilità di usufruire del servizio di consegna a domicilio e di asporto. Un’ottima occasione anche per divertirsi ad abbinare i vini della Doc Colli d’Imola.

Per informazioni: Comune di Imola – Servizio Sviluppo economico – Agricoltura – tel. 0542 602444 – agricoltura@comune.imola.bo.ithttps://www.baccanaleimola.it/i-menu-del-baccanale