La zona dove sarà realizzata la struttura commerciale
(cittametropolitana.bo.it)

Imola. Via libera del Comune alla Cooperativa Ceramica d’Imola per realizzare una struttura commerciale e delle opere di urbanizzazione connesse, nell’area di proprietà dell’azienda posta fra via Marconi e la ferrovia. La giunta ha infatti approvato la convenzione urbanistica che disciplina l’attuazione dell’intervento e la realizzazione e cessione da parte della Coop Ceramica delle opere di urbanizzazione.

La convenzione prevede che l’azienda realizzi, in un’area di circa di 22.488 mq di superficie territoriale, inserita nel Poc (Piano operativo comunale) 2017-2022 come Ambito da riqualificare, una struttura commerciale con medie strutture di vendita e attività di ristorazione, con una superficie di vendita di circa 3.244 mq (su una superficie complessiva di circa 5.173 mq di Superficie utile) realizzando contestualmente la relativa nuova viabilità di accesso all’ambito e le opere di compensazione necessarie a mitigare l’impatto urbanistico derivante dalla nuova destinazione d’uso.

“Prende il via con questo intervento una delle trasformazioni programmate nel Poc in un ambito di riqualificazione urbana strategico per la sua vicinanza alla stazione ferroviaria e al centro storico. Anticipata da un accordo ex art. 18 L.R. 20/2000 stipulato nel 2015, che aveva assicurato al patrimonio comunale l’area situata tra via Senarina e Piazzale Marabini, da adibire a posteggio biciclette e parcheggio pubblico, questa importante convenzione segna un passaggio decisivo nella concertazione pubblico-privato finalizzata a rigenerare aree produttive dismesse e ad insediare una nuova funzione urbana sull’asse di Viale Marconi”, sottolinea Michele Zanelli, assessore all’Urbanistica, che aggiunge “va dato atto alla Coop Ceramica di perseguire con determinazione una strategia di valorizzazione del comparto e di reinvestimento nella storica sede della manifattura”.

Cosa prevede la convenzione – A fronte dell’intervento edilizio, l’azienda imolese dovrà costruire tutte le opere necessarie a garantire il corretto funzionamento della viabilità, in conseguenza dell’incremento del carico urbanistico, a cominciare da quelle per l’accesso all’ambito, ovvero una rotatoria su viale Marconi, il prolungamento di via Senarina ed i collegamenti ciclopedonali con la stazione ferroviaria e viale Marconi, oltre all’adeguamento  dell’illuminazione  pubblica esistente nel tratto di viale Marconi tra la via Senarina e via Vittorio Veneto interessato dall’intervento. Tali opere sono realizzate a scomputo degli oneri di urbanizzazione per gli interventi edilizi, per un valore di circa 605.293 euro, e verranno cedute al Comune di Imola una volta collaudate. L’azienda dovrà inoltre riconoscere al Comune un contributo di circa 10.346 euro per l’Edilizia Residenziale Sociale (2 €/mq di Superficie Utile) oltre a 130.368 euro per la monetizzazione del verde pubblico. Oltre a questi obblighi, a seguito dell’Accordo Territoriale sottoscritto il 7/5/2020 tra il Comune di Imola e la Città Metropolitana di Bologna,  a titolo di perequazione territoriale, la Cooperativa Ceramica dovrà corrispondere al Comune di Imola 330mila euro come misura compensativa per la sostenibilità  dell’intervento di trasformazione urbana a destinazione commerciale del precedente impianto produttivo. Tali importanti risorse sono vincolate ad interventi di riqualificazione del viale Andrea Costa e alla valorizzazione delle tradizionali aree commerciali del centro storico, anche mediante la promozione di eventi, incubatori di start up o spazi per giovani imprese, interventi che il Comune e Area Blu promuoveranno di concerto con le associazioni di categoria interessate. L’inserimento della rotatoria su viale Marconi comporterà l’abbattimento di cinque alberi posti lungo viale Marconi, il cui valore ornamentale sarà compensato (come prevede il Regolamento Comunale del Verde), con il versamento della somma corrispondente prima del rilascio del titolo edilizio o in alternativa con nuovi impianti arborei, di pari valore complessivo, nell’area di intervento. Una volta stipulata la convenzione fra Comune e Cooperativa Ceramica d’Imola, quest’ultima potrà procedere al ritiro del permesso di costruire e iniziare contestualmente i lavori (sia delle  urbanizzazioni che delle opere edilizie), che si concluderanno entro il 2022.