Aggiornamento Italia ore 12 del 19 novembre. Ancora in crescita i positivi in Italia, mentre assistiamo ad un rallentamento in Emilia Romagna. A livello nazionale nelle ultime 24 ore abbiamo 36.176 nuovi casi contro i 34.283 di ieri con 25.186 tamponi (+ 15.352). I decessi sono 653 (100 in meno di ieri), in totale 47.870. I casi totali 1.308.528. Un rallentamento nei ricoveri in terapia intensiva, oggi sono 42 (- 16 rispetto a ieri) per un totale di 3.712. I ricoverati con sintomi 33.610 (+ 106). Gli attuali positivi sono 761.671 (+ 18.503), i guariti odierni sono 17.020 per un totale di 498.987. Il rapporto tra positivi al Covid e test effettuati è al 14,46% contro il 14,60% di ieri.

In Emilia Romagna vi sono 50 nuovi decessi (- 3 rispetto a ieri), i casi positivi sono stati 2.160 (- 211) con quasi 19.000 tamponi (- 1.700), 420 i guariti. Nell’Ausl di Imola nessun decesso, 36 positivi (- 56 rispetto a ieri), con 701 tamponi (- 120).

Tamponi rapidi da medici e pediatri

Intanto in Emilia-Romagna i tamponi rapidi si potranno fare anche da medici di base e pediatri. Un accordo in tal senso è stato siglato dalla Regione con le associazioni di categoria. Già disponibili 45mila test.

Nelle 24 ore i nuovi contagi in Lombardia sono 7.453 (ieri 7.633), Piemonte 5.349 (3.281), Veneto 3.753 (2.972), Campania 3.334 (3.657), Lazio 2.697 (2.866), Toscana 1.972 (2.508), Sicilia 1.871 (1.837), Puglia 1.263 (1.368).

La situazione di ieri >>>>

La situazione in Italia in tempo reale >>>>

Le misure in vigore in Emilia Romagna >>>>

La situazione nell’Ausl di Imola

Su 701 tamponi refertati, oggi sono 36 i nuovi casi positivi registrati dall’Ausl di Imola. Sono 20 asintomatici e 16 sintomatici: 16 casi individuati attraverso il tracciamento, 12 riconducibili a focolai già noti. 25 i guariti. In totale i casi salgono a 2397 e 1322 sono i casi attivi.

Stamattina erano 55 i ricoverati in Medicina Covid ad Imola e 8 le persone in ECU, mentre salgono a 5 le persone diagnosticate dalla nostra Azienda e attualmente centralizzate in terapia intensiva a Bologna.

La situazione in regione

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 97.814 casi di positività, 2.160 in più rispetto a ieri, su un totale di 18.930 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è oggi dell’11,4%, stabile rispetto a ieri.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 986 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 287 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone e 386 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 45,4 anni.

Su 986 asintomatici, 412 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 82 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 8 con gli screening sierologici, 38 tramite i test pre-ricovero. Per 446 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province dell’Emilia-Romagna vede Bologna con 483 nuovi casi, Reggio Emilia con 411, Modena (361), Piacenza (195), Rimini (167), Parma (164), Ravenna (119) e Ferrara (110). Poi l’area di Forlì (61), Cesena (53) e Imola (36).

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 18.930 tamponi, per un totale di 1.935.478. A questi si aggiungono anche 3.752 test sierologici.

I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 61.099 (1.690 in più di ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 58.276 (+1.650 rispetto a ieri), il 95,4% del totale dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano 50 nuovi decessi: 13 in provincia di Modena (8 uomini di cui due di 91 anni, due di 94 anni e gli altri rispettivamente di 53, 61, 78 e 84 anni e 5 donne di 71, 78, 84, 85 e 99 anni), 9 a Reggio Emilia (8 uomini di cui due di 85 anni, due di 86 e quattro di 78, 79, 83 e 84 anni e 1 donna di 86 anni), 9 a Ravenna (di cui 7 donne di 83, 87, 88, 89, 92, 94 e 98 anni e 2 uomini di 76 e 84 anni), 6 a Piacenza (4 uomini di 69, 79, 84 e 93 anni e 2 donne di 83 e 90 anni), 5 a Rimini (3 donne di 92, 93 e 99 anni e 2 uomini di 78 anni), 4 a Parma (2 uomini di 68 e 95 anni e 2 donne di 78 e 88 anni), 3 a Ferrara (3 donne di 75, 84 e 98 anni), 1 a Bologna (1 uomo di 65 anni). Dall’inizio dell’epidemia di Coronavirus, in Emilia-Romagna i decessi sono complessivamente 5.218.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 244 (stabili rispetto a ieri), 2.489 quelli in altri reparti Covid (+40).

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 12 a Piacenza (+1 rispetto a ieri), 14 a Parma (-2 rispetto a ieri), 28 a Reggio Emilia (invariato), 60 a Modena (-1), 63 a Bologna (-2), 5 a Imola (+1), 20 a Ferrara (+1),11 a Ravenna (invariato), 6 a Forlì (+1), 1 a Cesena (invariato) e 24 a Rimini (+1).

Le persone complessivamente guarite salgono a 31.587 (+420 rispetto a ieri).

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 10.454 a Piacenza (+195 rispetto a ieri, di cui 56 sintomatici), 8.594 a Parma (+164, di cui 108 sintomatici), 14.343 a Reggio Emilia (+411, di cui 316 sintomatici),17.484 a Modena (+361 di cui 263 sintomatici), 19.469 a Bologna (+483, di cui 196 sintomatici), 2.397 casi a Imola (+36, di cui 16 sintomatici), 4.757 a Ferrara (+110, di cui 15 sintomatici), 5.916 a Ravenna (+119, di cui 46 sintomatici), 3.668 a Forlì (+61, di cui 41 sintomatici), 3.044 a Cesena (+53, di cui 39 sintomatici) e 7.688 a Rimini (+167, di cui 78 sintomatici).