Aggiornamento Italia ore 12 del 20 novembre. Ancora in crescita i positivi in Italia, ma l’indice Rt (indice di trasmissibilità) è in calo in quasi tutte le regioni. Questo indice che rappresenta il numero medio di persone a cui un paziente infetto da Covid trasmette la malattia. In pratica se è 1 significa che un positivo contagia un’altra persona, se è 2 ne può contagiare 2, ecc.).

A livello nazionale nelle ultime 24 ore abbiamo 37.242 positivi (ieri erano stati 36.176) con 238.077 tamponi (- 12.179). I decessi sono 699 (+ 46 rispetto a ieri), in totale 48.569. I casi totali 1.345.767. Rallentano i ricoveri in terapia intensiva, oggi sono 36 (- 6 rispetto a ieri) per un totale di 3.748. I ricoverati con sintomi 33.957 (+ 347). Gli attuali positivi sono 777.176 (+ 15.505), i guariti odierni sono 21.035 per un totale di 520.022. Il rapporto tra positivi al Covid e test effettuati è al 16,64% contro il 14,46% di ieri.

Indice Rt regioni

Indice in calo in tutte le regioni, il che significa che siamo di fronte a un calo della curva dei contagi. Sono 4 le regioni scese sotto l’1%: Lazio (0,82), Liguria (0,89), Molise (0,94) e Sardegna (0,79).
Le altre sopra all’1%: Provincia Trento 1,03, Calabria 1,06, Umbria 1,06, Piemonte 1,09, Campania 1,11, Emilia-Romagna 1,14, Sicilia 1,14, Val d’Aosta 1,14, Lombardia 1,15, Provincia Bolzano 1,16, Veneto 1,16, Marche 1,17, Puglia 1,24, Friuli Venezia Giulia 1,27, Toscana 1,31, Abruzzo 1,32, Basilicata 1,46.

In Emilia Romagna vi sono 47 nuovi decessi (- 3 rispetto a ieri), i casi positivi sono stati 2.533 in più di ieri con 22.307 tamponi, circa 3 mila in più di ieri. 558 i guariti. Nell’Ausl di Imola nessun decesso, 80 nuovi positivi (+ 44 rispetto a ieri), con 909 tamponi (+ 208), 129 i guariti.

Nelle 24 ore i nuovi contagi in Lombardia sono 9.221 (ieri 7.453), Campania 4.226 (3.334), Piemonte 3.861 (5.349), Veneto 3.468 (3.753), Lazio 2.667 (2.697), Toscana 2.207 (1.972), Sicilia 1.634 (1.871), Puglia 1.456 (1.263), Friuli Venezia Giulia 1.018 (1.197).

La situazione di ieri >>>>

La situazione in Italia in tempo reale >>>>

Le misure in vigore in Emilia Romagna >>>>

Medico in laboratorio (Foto Regione Emilia Romagna)

La situazione nell’Ausl di Imola

Su 909 tamponi refertati, oggi sono 80 i nuovi casi positivi registrati dall’Ausl di Imola. Sono 40 asintomatici e 40 sintomatici: 17 casi individuati attraverso il tracciamento, 2 casi test per categoria, 5 riconducibili a focolai già noti. 129 i guariti. In totale i casi salgono a 2477 e 1273 sono i casi attivi.

Stamattina erano 58 i ricoverati in Medicina Covid ad Imola e 8 le persone in ECU, mentre sono 5 le persone diagnosticate dalla nostra Azienda e attualmente centralizzate in terapia intensiva a Bologna.

A partire da oggi, 20 novembre, allo scopo di ampliare ulteriormente l’area dedicata ai pazienti confermati come positivi o in fase di refertazione per sospetto clinico, sono stati assegnati all’area internistica Covid ulteriori 8 posti letto al 4° piano (area rossa chirurgia) per un totale di 15 posti letto (7 camere) dedicate ai pazienti in attesa di referto. L’intero terzo piano (52 posti letto) ed ulteriori 8 posti letto nell’area degenza post acuti sono invece dedicati ai Covid confermati.

Sospese le lezioni nella scuola di Fontanelice

Nella serata di ieri il Dipartimento di Sanità pubblica, a seguito della notifica di 5 casi di positività per Sars-Cov-2 in ambito scolastico alla Scuola Primaria Mengoni di Fontanelice e della relativa indagine epidemiologica, ha definito la sospensione delle attività didattiche che prevedano la presenza nell’edificio di studenti e/o docenti a partire dal 20 al 27 novembre incluso e la sanificazione dell’intero plesso scolastico.

Infine, in merito ai tamponi rapidi da distribuire a medici di famiglia e pediatri di libera scelta, si precisa che essi saranno distribuiti solo nelle prossime settimane, pertanto ad oggi i professionisti del nostro territorio non possono ancora erogare questa prestazione ai loro assistiti. Sarà cura dell’Azienda Usl dare comunicazione dell’avvenuta distribuzione nonché delle modalità concordate per l’utilizzo di questi test.

La situazione in regione

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 100.344 casi di positività, 2.533 in più rispetto a ieri, su un totale di 22.307 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è oggi dell’11,3%, stabile rispetto a ieri (1,4%).

E, secondo la rilevazione settimanale della Cabina di Regia nazionale, l’indice di trasmissione del contagio (Rt), in Emilia-Romagna scende a 1,14. E’ il quarto calo consecutivo, dopo quelli delle tre settimane precedenti (rispettivamente: 1,63, 1,57, 1,4).

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 1.036 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 259 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone e 431 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 45,8 anni.

Su 1.036 asintomatici, 391 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 161 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 10 con gli screening sierologici, 16 tramite i test pre-ricovero. Per 458 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province dell’Emilia-Romagna vede Modena con 625 nuovi casi, Bologna con 534, Reggio Emilia con 363, Piacenza (309), Ravenna (158), Parma (125), Rimini (109) e Ferrara (101). Poi l’area di Imola (80), Cesena (68) e Forlì (61).

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 22.307 tamponi, per un totale di 1.957.785. A questi si aggiungono anche 3.776 test sierologici.

I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 62.934 (1.928 in più di ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 60.156 (+1.883 rispetto a ieri), il 95,5% del totale dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano 47 nuovi decessi: 13 in provincia di Reggio Emilia (7 uomini di 72 anni, 73 anni e gli altri rispettivamente di 75, 80, 85, 88 e 92 anni e 6 donne di 74, due di 82, 88, 92, 95 anni), 10 a Modena (8 uomini di 68 anni, 74, 77, 78, due di 79, 92, 95 anni e 2 donne di 74 e 79 anni), 2 a Ravenna (1 donna di 83 anni e un uomo di 95), 2 a Piacenza (2 uomini di 100 e 70 anni), un decesso in provincia di Forlì Cesena (una donna di 89), 12 a Rimini (6 donne di 77, 84, 93, due di 94 anni, 99 anni e 6 uomini di 58, 79, 84, 85 anni e due di 89 anni), 3 a Parma (3 uomini di 73, 85, 86), 3 a Ferrara (3 donne di 77, 86, 96 anni), nessuno a Bologna. Un uomo di 85 anni deceduto a Modena era residente fuori Regione. Dall’inizio dell’epidemia di Coronavirus, in Emilia-Romagna i decessi sono complessivamente 5.265.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 244 (stabili rispetto a ieri), 2.534 quelli in altri reparti Covid (+45).

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 13 a Piacenza (+1 rispetto a ieri), 14 a Parma (invariato rispetto a ieri), 29 a Reggio Emilia (+1), 61 a Modena (+1), 63 a Bologna (invariato), 5 a Imola (invariato), 17 a Ferrara (-3),12 a Ravenna (+1), 6 a Forlì (invariato), 1 a Cesena (invariato) e 23 a Rimini (-1).

Le persone complessivamente guarite salgono a 32.145 (+558 rispetto a ieri).

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 10.763 a Piacenza (+309 rispetto a ieri, di cui 74 sintomatici), 8.719 a Parma (+125, di cui 77 sintomatici), 14.706 a Reggio Emilia (+363, di cui 270 sintomatici),18.109 a Modena (+625 di cui 452 sintomatici), 20.001 a Bologna (+534, di cui 337 sintomatici), 2.477 casi a Imola (+80, di cui 40 sintomatici), 4.858 a Ferrara (+101, di cui 17 sintomatici), 6.073 a Ravenna (+158, di cui 97 sintomatici), 3.729 a Forlì (+61, di cui 40 sintomatici), 3.112 a Cesena (+68, di cui 47 sintomatici) e 7.797 a Rimini (+109, di cui 46 sintomatici).

In seguito a verifica sui dati comunicati nei giorni passati sono stati eliminati tre casi (due a Bologna, uno a Ravenna) in quanto giudicati non covid-19.