Faenza. “Concepire lo sport come strumento volto a valorizzare il proprio talento tramite l’autostima e i valori positivi”: questo è uno degli obiettivi del progetto-laboratorio dell’associazione faentina “Cinquantapermille- Running for growing”, che da tre anni prende parte al World ficts challenge (Campionato mondiale del cinema e della televisione sportiva), che intende premiare opere cinematografiche, televisive, e new media.

123 sono i Paesi che hanno partecipato con i loro filmati sul mondo dello sport. In un momento così ostico per le manifestazioni sportive (e non solo) come quello che stiamo vivendo, l’associazione faentina ha partecipato con il film “We’ll run again – Running for growing- part 3” realizzato utilizzando immagini prodotte durante la staffetta virtuale 50×1000 (tenutasi sabato 23 maggio 2020, data in cui si sarebbe dovuta disputare la 100 km del Passatore), con la partecipazione degli studenti delle nove Province della nostra Regione. Ne è seguita la realizzazione di un video, iscritto al campionato della Ficts (Fèdèration internationale cinèma tèlèvision sportifs), che ne ha recentemente comunicato la vittoria. Il video premiato diventerà poi un documentario da diffondere nelle scuole italiane.

Nato a maggio 2018 in occasione della staffetta 50×1000 (durante la 46esima 100 km del Passatore) ed ispirato al lavoro di don Antonio Mazzi (Fondazione Exodus) e di suo nipote Giovanni Mazzi – responsabile del progetto ABC dello sportivo – , il progetto “Cinquantapermille” è stato sostenuto anche dal Consiglio Ccmunale di Faenza che gli ha riconosciuto il ruolo di “Strumento istituzionale per favorire la collaborazione fra le associazioni sportive del territorio, la messa in rete delle migliori prassi sportive a fini educativi e formativi”. I suoi obiettivi principali sono quelli di trasferire ai ragazzi il ruolo di protagonisti, la messa in rete di esperienze diverse di chi è attivo nello sport, restituire all’attività motoria il ruolo di insegnamento insostituibile.

(Annalaura Matatia)