Castel San Pietro (Bo). Quindicenne in fuga dall’Afghanistan, riesce a passare in modo rocambolesco attraverso i Balcani e si rifugia in Italia. Ormai denutrito e fortemente infreddolito, è stato soccorso dai carabinieri della Stazione di Castel San Pietro e affidato ai sanitari.

E’ successo verso le 19.30 del 20 novembre, quando l’operatore della Centrale Operativa dei carabinieri di Imola è stato informato da una persona in transito che nei pressi di un’area di servizio situata in via San Carlo c’era un giovane straniero che chiedeva aiuto perché infreddolito e spaesato. I carabinieri della Stazione di Castel San Pietro Terme (BO) si sono diretti velocemente sul posto e quando sono arrivati, hanno trovato il ragazzino denutrito e infreddolito.

Lo hanno fatto salire sull’auto di servizio per riscaldarlo e il ragazzo che ha dichiarato di essere un 15enne afghano, ha raccontato di essere arrivato in Italia da tre giorni, dopo un viaggio di fortuna iniziato alcuni mesi fa, attraversando la Penisola balcanica. Non è ancora chiaro chi e con quale mezzo lo abbia portato in Italia, dove comunque è stato scaricato in una località ignota e ha girovagato fino a raggiungere il luogo in cui è stato trovato.

I carabinieri della Stazione di Castel San Pietro Terme (BO) hanno allertato immediatamente il 118 che dopo averlo visitato, lo hanno trasportato in ospedale dove lo hanno ricoverato sottoponendolo ad accertamenti sanitari.