L’Italia supera la barriera dei 50 mila decessi. Anche se non manca una buona positiva, infatti nella giornata odierna abbiamo il primo calo dei positivi attuali dall’inizio della seconda ondata.

Aggiornamento Italia ore 12 del 23 novembre

Nelle ultime 24 ore abbiamo 22.930 positivi (ieri erano stati 28.337) con tamponi in calo: 148.945 (- 39802). I decessi tornano a crescere: 630 (ieri 562), in totale 50.453. I casi complessivi da inizio pandemia 1.431.795. Rallentano i ricoveri in terapia intensiva, oggi sono 9 (- 46 rispetto a ieri) per un totale di 3.810. I ricoverati con sintomi 34.697 (+ 418). Gli attuali positivi sono 796.849 (- 9.098), i guariti odierni sono 31.395 per un totale di 584.493. Non cambia molto il rapporto tra positivi al Covid e test effettuati: 15,39% contro il 15,01% di ieri.


In Emilia Romagna vi sono 34 nuovi decessi (38 ieri), i casi positivi odierni sono 2.347 (- 318) con 11.500 tamponi (ieri 13.114). 204 i guariti. Nell’Ausl di Imola si segnala un decesso e 121 nuovi casi (ieri 107).

Nelle 24 ore i nuovi contagi in Lombardia sono 5.289 (ieri 5.094), Veneto 2.540 (2.956), Lazio 2.341 (2.533), Campania 2.158 (3.217), Piemonte 1.730 (2.641), Toscana 1.323 (1.929), Puglia 980 (1.327), Sicilia 1.249 (1.258).

La situazione di ieri >>>>

La situazione in Italia in tempo reale >>>>

Le misure in vigore in Emilia Romagna >>>>

La situazione nell’Ausl di Imola

Su 907 tamponi refertati, oggi sono 121 i nuovi casi positivi registrati dall’Ausl di Imola. Sono 63 asintomatici e 68 sintomatici: 8 persone erano già isolate, 53 casi sono stati individuati attraverso il tracciamento e 51 sono risultati collegati a focolai già noti. 70 le persone guarite. Anche oggi vi è un decesso, una donna di 95 anni di Fontanelice. Da inizio pandemia salgono così a 59 i decessi, a 2797 i casi di positività totali, a 1485 gli attivi

Crescono ancora i ricoveri: il terzo piano dell’ospedale di Imola, completamente dedicato al Covid, ospita 58 pazienti, altri 9 pazienti positivi sono attualmente ricoverati al 4° piano, nell’area chirurgica ex ORL, per un totale di 67. Restano 8 i pazienti in ECU e 4 i centralizzati in terapia intensiva a Bologna. Nel week end si è quindi verificata un’ulteriore erosione dei posti letto chirurgici, pur continuando ad essere operative le sale chirurgiche per gli interventi urgenti e programmati, anche se con criteri di priorità più stringenti.

Per permettere un miglior deflusso dei pazienti positivi, non più acuti ma che necessitano ancora di assistenza, entro la settimana in corso il 4° piano dell’OsCo di Castel S. Pietro Terme sarà trasformato in reparto post acuti Covid+. Contestualmente, considerando il periodo di grande diffusione epidemica, anche gli ingressi dei visitatori ai reparti no Covid subiranno nei prossimi giorni ulteriori limitazioni, a tutela della salute dei pazienti e degli operatori, pur garantendo una particolare attenzione ai degenti no Covid più fragili e bisognosi. Nei prossimi giorni saranno fornite indicazioni di dettaglio sul nuovo regolamento di ingresso.

La situazione in regione

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 108.073 casi di positività, 2.347 in più rispetto a ieri, su un totale di 11.558 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è oggi del 20,3%, stabile rispetto a ieri.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 1.160 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 327 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone e 557 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 46,1 anni.

Su 1.160 asintomatici, 501 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 84 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 25 con gli screening sierologici, 33 tramite i test pre-ricovero. Per 517 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province dell’Emilia-Romagna vede Modena con 480 nuovi casi, Bologna con 350, Reggio Emilia (300), Rimini (272), Ravenna (205), Parma (204), Piacenza (155), Imola (121), Ferrara (105). Poi l’area di Cesena (80) e Forlì (75).

Questi, dunque, i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali – relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 11.558 tamponi, per un totale di 2.002.154. A questi si aggiungono anche 2.110 test sierologici.

I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 69.380 (2.109 in più di ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 66.394 (+2.038 rispetto a ieri), il 95,7% del totale dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano 34 nuovi decessi: 13 in provincia di Modena (6 uomini di 66, 71,73,77,82 e 88 anni; 7 donne rispettivamente di 65 anni, due di 82 e le rimanenti di 83, 84, 93 e 102 anni), 6 a Reggio Emilia (5 uomini di 81, 82, 85, 87 e 91 anni; una donna di 79 anni), 6 a Piacenza (due uomini di 76 anni, 1 di 77 e 1 di 84; due donne rispettivamente di 79 e 89 anni), 4 a Ravenna (di cui due uomini di 82 e 83 anni; due donne di 58 e 92 anni), 2 a Bologna (un uomo di 91 anni e una donna, a Imola, di 95), 2 a Forlì-Cesena (un uomo di 85 e una donna di 89 anni, entrambi a Cesena), 1 a Ferrara (un uomo di 88 anni). Non si sono verificati decessi nelle province di Parma e Rimini. Dall’inizio dell’epidemia di Coronavirus, in Emilia-Romagna i decessi sono complessivamente 5.384.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 248 (-1 rispetto a ieri), 2.738 quelli in altri reparti Covid (+72).

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 13 a Piacenza (-1 rispetto a ieri), 13 a Parma (-1 rispetto a ieri), 30 a Reggio Emilia (+1 rispetto a ieri), 64 a Modena (numero ricoveri invariato rispetto a ieri), 58 a Bologna (-2), 4 a Imola (invariato), 19 a Ferrara (-1), 15 a Ravenna (+3), 6 a Forlì (invariato), 1 a Cesena (invariato) e 25 a Rimini (invariato).

Le persone complessivamente guarite salgono a 33.309 (+204 rispetto a ieri).

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 11.347 a Piacenza (+155 rispetto a ieri, di cui 42 sintomatici), 9.231 a Parma (+204, di cui 129 sintomatici), 15.717 a Reggio Emilia (+300, di cui 236 sintomatici), 19.632 a Modena (+480, di cui 231 sintomatici), 21.393 a Bologna (+350, di cui 155 sintomatici), 2.797 casi a Imola (+121, di cui 58 sintomatici), 5.196 a Ferrara (+105 , di cui 23 sintomatici), 6.752 a Ravenna (+205, di cui 94 sintomatici), 4.000 a Forlì (+75, di cui 50 sintomatici), 3.355 a Cesena (+80 , di cui 58 sintomatici) e 8.653 a Rimini (+272, di cui 111 sintomatici).