Nella foto: il presepe tradizionale con grandi statue in terracotta realizzato da Gianni Buonfiglioli nel 1997, che è stato allestito il 24 novembre al centro di piazza XX Settembre

Castel San Pietro (Bo). Tutta la città è al lavoro per organizzare la particolare edizione di CastèlaNadèl 2020. In attesa di scoprire cosa si potrà fare in relazione all’evolversi della situazione epidemica, la parola d’ordine è flessibilità e l’Associazione turistica Pro Loco locale, in collaborazione con l’Amministrazione comunale, ha pensato a un programma di eventi da costruire settimana per settimana, prevedendo sempre  la doppia modalità su web e in presenza.

“In questo momento di ansia e incertezze dovuto al persistere della pandemia, il nostro desiderio è quello di celebrare il Natale ristabilendo insieme a tutta la città le nostre priorità – annuncia il sindaco Fausto Tinti –. Noi ci siamo e faremo in modo di farvi sentire la nostra vicinanza sia in presenza, per quel che sarà possibile, sia da remoto grazie alle possibilità donateci dalla tecnologia. Con il servizio ‘Pronto Sindaco!’ stiamo avviando un nuovo percorso di partecipazione delle attività economiche e del volontariato alle scelte dell’Amministrazione. Cogliamo l’occasione di queste feste natalizie per riscoprire il vero significato del Natale: la nascita in famiglia, la grande destinataria delle nostre azioni. Ecco, che questo sia, in un’ottica di solidarietà diffusa, un Natale di rinascita per tutta la comunità castellana. Ripensiamoci come una grande famiglia in cui ognuno può fare la differenza e aiutare chi è più in difficoltà”.

Il primo atto sarà, come di consueto, l’accensione delle luminarie, che quest’anno avverrà in contemporanea a Castel San Pietro Terme e Osteria Grande sabato 28 novembre 17,30. In piazza XX Settembre e sul web sarà proiettata la cerimonia con piccoli filmati con gli auguri dell’Amministrazione comunale, delle associazioni di categoria e rappresentanti dei commercianti.

Un progetto molto importante di questo insolito Natale nasce dalla richiesta di aiuto degli amici di Bukavu. Sicuramente i castellani ricorderanno l’iniziativa “Gocce di Solidarietà” che per tanti anni ha coinvolto tutta la città, dall’amministrazione alle scuole, dalle associazioni agli operatori economici, per costruire acquedotti nei villaggi di quella sfortunata regione del Congo. Oggi anche in quelle zone si vive l’emergenza dell’epidemia, aggravata dalle preesistenti condizioni di povertà, e quelle famiglie hanno bisogno di un’altra goccia di solidarietà. Per accompagnare questo progetto solidale è in programma una mostra di foto e video, sia in versione web che, se sarà possibile, con allestimento nella sala espositiva di via Matteotti.

Un altro filo conduttore saranno le stelle e le comete, protagoniste non solo dell’illuminazione natalizia, ma anche di pannelli – che sicuramente saranno virtuali nel web e, se sarà possibile, anche reali, nelle strade del centro storico – dedicati alle comete e allo spazio, con commenti di esperti e dotati di QR code per collegarsi ai siti per ulteriori informazioni e approfondimenti.

Inoltre sono in corso di preparazione una serie di piccoli filmati sulla storia del presepe, sui presepi nell’arte e sui presepi di Castel San Pietro, nonché i saluti dei dirigenti e presidi delle scuole e degli artisti castellani.

Se la situazione legata all’emergenza sanitaria lo permetterà, la Pro Loco è pronta ad allestire esposizioni di prodotti tipici e non, e una suggestiva esposizione di sculture nel centro storico.

L’8 dicembre è in programma la Fiorita con la sola presenza del sindaco, del parroco e dei Vigili del Fuoco. Il 24 dicembre alle ore 16 ci sarà l’augurio alla città con la musica del carillon e un intervento in dialetto per sottolineare il valore della “castellanità”.

“Tante persone sono al lavoro per organizzare il Natale – sottolinea la presidente di Pro Loco,  Raimonda Raggi -, tutta la città è in movimento per regalarsi un bel Natale, compatibilmente con quello che si potrà fare. Soprattutto la parte web vuole essere un abbraccio a chi non esce di casa”.

Approfondimenti e aggiornamenti sul sito www.prolococastelsanpietroterme.it e pagina Facebook Prolococastelsanpietro Terme e sul sito www.cspietro.it e pagina Facebook del Comune di Castel San Pietro Terme www.facebook.com/cspietro/ (clicca “mi piace” per seguire tutte le iniziative).