Imola. Nei giorni scorsi si è svolta la prima riunione della Commissione elettorale del Comune. Presieduta dal sindaco Marco Panieri, all’incontro erano presenti i componenti effettivi Dalia Barbieri e Antonio Ussia e i componenti supplenti Anna Pia De Veredicis, Filippo Samachini e Maria Teresa Merli, unitamente ad Enrica Ugolotti, Dirigente Area Servizi Amministrativi e Culturali, Donatella Zanotti, Responsabile Servizi per il Cittadino e Cristiana Tiepo, dell’Ufficio elettorale del Comune.

Ricordiamo che la Commissione elettorale viene eletta dal Consiglio comunale nella sua prima seduta, tra i propri componenti; è presieduta dal sindaco ed è composta da 3 componenti effettivi (2 di maggioranza e uno di minoranza) e da 3 componenti supplenti (2 di maggioranza e 1 di minoranza).

La commissione rientra tra quelle indispensabili ai fini istituzionali del Comune e non può essere soppressa dall’ente  locale. Il suo compito è quello di provvedere alla tenuta e revisione dell’albo delle persone idonee all’ufficio di scrutatore di seggio elettorale e alla loro nomina.

“Questo primo incontro è stato un modo per conoscersi e condividere alcuni aspetti formativi ed informativi per quanto riguarda le competenze della Commissione, a partire dalla tenuta e revisione dell’albo degli scrutatori. Ma è stata anche l’occasione per prendere l’impegno, così come indicato nelle linee di mandato, di lavorare per verificare la possibilità di spostare la sede di una gran parte, se non di tutti i 62 seggi, dalle scuole ad altri luoghi della città che siano idonei ad ospitare le operazioni di voto, dalle palestre ai centri sociali, tanto per fare qualche esempio, la cui fattibilità andrà tutta verificata, a partire dalle prime elezioni in programma, le politiche  nel 2023” sottolinea il sindaco Marco Panieri, che da tali parole pare ottimista per la tenuta del Governo Conte.

“L’obiettivo è quello da un lato di garantire l’apertura delle scuole e quindi la continuità didattica e dall’altro di ridurre i costi sia di allestimento dei seggi, che di tutte le operazioni successive” spiega il sindaco Panieri, che aggiunge “a tale scopo è stato costituito un gruppo di lavoro di cui fanno parte, oltre ai tecnici comunali, anche un rappresentate di maggioranza e uno di minoranza della Commissione elettorale”. La prima riunione di questo gruppo di lavoro è prevista a dicembre.

Il percorso di verifica della possibilità di trasferire la maggior parte dei seggi dalle scuole in altre sedi si concluderà con il confronto con la sottocommissione elettorale prefettizia, che è l’organismo competente per fornire la valutazione finale sul progetto di trasferimento.

La prossima riunione della Commissione elettorale è stata fissata a gennaio.

Infine, il sindaco Panieri ha voluto ringraziare “tutti i dipendenti comunali impegnati nelle ultime elezioni amministrative, insieme alle forze dell’ordine, che hanno garantito il regolare svolgimento della tornata elettorale in una condizione particolarmente complicata, causa la ripresa della pandemia”.