Castel San Pietro (Bo). La famosa azienda vitivinicola Umberto Cesari, che vende molto anche all’estero, è una delle realtà protagoniste del nuovo eBook di Microsoft “Ambizione Italia #DigitalRestart per le PMI. Storie di innovazione: il digitale come opportunità di crescita per il Made-in-Italy”, una raccolta di storie nata con l’obiettivo di contribuire alla diffusione di buone pratiche per l’affermarsi di una cultura digitale funzionale all’anti-fragilità e alla crescita.

In linea con l’impegno di Microsoft per supportare la trasformazione digitale delle PMI Italiane grazie al proprio ecosistema di 10mila  partner sul territorio e a un piano continuativo di iniziative di formazione, l’eBook rappresenta un utile strumento di knowledge-sharing che intende aiutare anche le realtà più piccole a prendere consapevolezza dei vantaggi delle nuove tecnologie e ispirare imprenditori e professionisti a reagire all’attuale emergenza sanitaria intraprendendo progetti d’innovazione utili a preservare la continuità di business e la progettualità per la ripresa.

Protagoniste dell’eBook 12 aziende del Made-in-Italy – dal food&beverage al design fino al turistico-alberghiero – che con grande trasparenza raccontano i propri progetti di trasformazione digitale, le esigenze di base e le prospettive future: Baglioni Hotels & Resorts, Bisol 1542, Cantina Toblino, Gruppo Meregalli, Latteria San Pietro, Longino & Cardenal, Lualdi, Pastificio dei Campi (Gruppo di Martino), Pr.ali.na, Spinosi, Umberto Cesari, Venchi. Progetti unici in risposta a priorità specifiche, ma tutti accomunati dal ruolo strategico del Cloud Computing quale abilitatore di innovazione che ha consentito di dare una risposta immediata alla pandemia, aiutando sia le realtà che non avevano mai fatto esperienza di smart working, sia quelle più mature ad adottare o estendere rapidamente un modello di collaborazione digitale vincente.

Una delle leve di successo: la semplicità della piattaforma di produttività e collaborazione cloud Microsoft Teams, che ha consentito di continuare a lavorare su progetti di design protetti da proprietà intellettuale, di interagire con sedi in tutta Italia e all’estero, di svolgere perfino i consigli di amministrazione online e di sviluppare nuove esperienze per l’engagement dei consumatori, come digital wine-tasting, tour virtuali, e-cooking session e aperitivi online.

(m.m.)