Imola. Non c’è tregua. Mentre si discute sulle ultime misure del governo e si polemizza sulle nuove limitazioni, negli ospedali si continua a morire. Nel territorio dell’Ausl di Imola nelle ultime 24 ore sono state 5 le morti, in regione sono 63 (ieri 85) e a livello nazionale 814. Tanti, ancora troppi.

Le misure messe in campo fino ad oggi hanno permesso la discesa dell’indice Rt, in media ora è allo 0,91% e praticamente è sotto l’1 in quasi tutte le regioni, ciò permetterà nei prossimi giorni di andare a modificare le fasce di appartenenza per diverse regioni, tra cui l’Emilia Romagna che domenica 6 tornerà in zona Gialla. In pratica riapriranno bar e ristoranti fino alle 18 e ci si potrà spostare tra comuni e regioni purchè in zona Gialla come da Dpcm 3 novembre. Occorre però ricordare che per tutte le regioni, indipendentemente dal colore, sono in vigore le restrizioni previste dal Dpcm 3 dicembre. Tuttavia fino al 20 sarà possibile spostarsi tra regioni e comuni, purchè Gialli, e ciò preoccupa molto il governo e i tecnici dell’Istituto superiore della sanità.

Aggiornamento Italia ore 12 del 4 dicembre. Ancora alto il numero dei decessi in Italia, 814 (ieri 993), il totale da inizio pandemia: 58.852. In crescita i positivi: 24.099 (ieri 23.225), con una diminuzione dei tamponi: 212.741 (- 13.988). Cresce il rapporto tra positivi al Covid e test effettuati: 11,33% contro il 10,24% di 24 ore fa. I casi complessivi da inizio pandemia 1.688.939. Continua il calo dei ricoverati nelle terapie intensive: oggi – 30 per un totale di 3.567 ricoverati. Calano anche i ricoverati con sintomi: 31.200 (- 572). I positivi totali sono 757.702 (-2.280), i guariti odierni sono 25.576 per un totale di 872.385.

In Emilia Romagna i casi positivi sono 2.143 (ieri 1.766) con 17.600 tamponi (ieri 18.000). 2.258 i guariti (ieri 2.037), calano i casi attivi: -178.

Nelle 24 ore in Lombardia i positivi sono 4.553 casi (ieri 3.751), Veneto 3.708 (3.581), Piemonte 2.132 (2.230), Lazio 1.831 (1.769), Campania 1.651 (2.295), Puglia 1.419 (1.602), Sicilia 1.365 (1.294), Toscana 1071 (929), Friuli Venezia Giulia 1.040 (772).

La situazione di ieri >>>>

La situazione in Italia in tempo reale >>>>

Le misure in vigore in Emilia Romagna >>>>

La situazione nell’Ausl di Imola

Su 660 tamponi molecolari ed oltre cento tamponi rapidi refertati ieri, sono 123 i nuovi casi positivi registrati. Continuano ad essere confortanti i dati sulle persone che risultano positive ma sono totalmente asintomatiche, che oggi sono 78 e che durante questa settimana hanno costituito il 65% delle positività, a dimostrazione dell’efficacia del tracciamento e del testing per categoria che “scova” ed isola persone che non mostrano alcun sintomo della malattia. 83 le persone che oggi escono dall’isolamento perché guarite.

Tra i 123 casi di oggi, 18 persone erano già in quarantena al momento del tampone, 64 sono state individuate attraverso il tracciamento. 31 casi sono riconducibili a focolai già noti.

Purtroppo oggi registriamo 5 decessi, avvenuti nei giorni scorsi: sono 5 uomini di Imola di 94, 89, 88, 87 e 71 anni.

Salgono a 3867 i casi di positività totali, mentre sono 1501 gli attivi.

Per quanto concerne i ricoveri, 8 persone sono ricoverate in ECU, 72 nei reparti Covid del III e IV piano di Imola, 15 al IV piano dell’OsCo di Castel San Pietro Terme. In Terapia Intensiva, a Bologna, rimangono 5 i pazienti del nostro territorio ricoverati.

All’OsCo NoCovid di Castel S. Pietro T. è stata notificata stamani una ulteriore positività, in un paziente della Struttura Residenziale di Cure Intermedie, già trasferito nel primo pomeriggio all’Ospedale Nuovo di Imola per gli esami diagnostici di inquadramento. Tutti gli altri pazienti permangono negativi e non vi sono ulteriori positività tra gli operatori. Il cluster di positività verificatosi al reparto cure intermedie di Castel S. Pietro Terme è stato del tutto limitato alle aree di degenza, peraltro già ordinariamente interdette alle visite. I reparti interessati (SRCI e Hospice) sono attualmente bonificati e continuano a ricoverare persone negative al virus. Le aree ambulatoriali della Casa della Salute di Castel S. Pietro Terme (ambulatori specialistici e della medicina generale) continuano a funzionare regolarmente per gli esterni che necessitano di prestazioni, non essendovi alcun rischio aggiuntivo connesso al cluster verificatosi in OsCo.

La situazione in regione

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 130.009 casi di positività, 2.143 in più rispetto a ieri, su un totale di 17.667 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 12,1%.

Prosegue la discesa dell’Rt regionale, l’indice di trasmissibilità del virus, sceso sotto l’1: è infatti arrivato a 0,99 dall’1,11 della settimana scorsa.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 1.017 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 422 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 629 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 46,5 anni.

Sui 1.017 asintomatici, 565 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 85 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 16 con gli screening sierologici, 18 tramite i test pre-ricovero. Per 333 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province vede Modena con 489 nuovi casi, Bologna (400), Reggio Emilia (292), Rimini (216), Ravenna (198), Parma (142), Piacenza (90), Ferrara (67). Poi il circondario di Imola (123), Cesena (78) e Forlì (48).

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 17.677 tamponi, per un totale di 2.192.637. A questi si aggiungono anche 1.509 test sierologici e 2.061 tamponi rapidi effettuati da ieri.

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 2.258 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 53.931.

I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 70.056 (-178 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 67.091 (-230), il 95,8% del totale dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano 63 nuovi decessi: 14 in provincia di Bologna (11 uomini di cui due di 86 anni e i rimanenti di 63, 71, 76, 81, 87, 88, 89, 94 e 98 anni e 3 donne di 89, 91 e 98 anni), 13 a Modena (9 donne di cui due di 82 anni e le rimanenti di 79, 84, 85, 89, 90, 95 e 96 anni e 4 uomini di 66, 70, 80 e 90 anni), 12 a Ravenna (10 donne di cui due di 90 anni e le rimanenti di 81, 84, 85, 86, 87, 88, 91 e 94 anni e 2 uomini di 88 e 92 anni), 9 a Piacenza (5 uomini di 56, 59, 75, 80 e 90 anni e 4 donne di 63, 78, 80 e 93 anni), 8 a Ferrara (6 uomini di 80, 82, 85, 86, 87 e 88 anni e 2 donne di 92 e 95 anni), 4 a Reggio Emilia (2 donne di 71 e 78 anni e 2 uomini di 88 e 90 anni), 2 a Rimini (1 donna di 82 anni e 1 uomo di 88 anni), 1 in provincia di Forlì-Cesena (un uomo di 81 anni).

In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 6.022.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 248 (+3 rispetto a ieri), 2.717 quelli negli altri reparti Covid (+49).

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 14 a Piacenza (+1 rispetto a ieri), 17 a Parma (+1), 34 a Reggio Emilia (-2), 56 a Modena (+1), 61 a Bologna (invariato), 5 a Imola (invariato), 17 a Ferrara (-1), 14 a Ravenna (+2), 6 a Forlì (invariato), 2 a Cesena (invariato) e 24 a Rimini (+1).

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 12.969 a Piacenza (+90 rispetto a ieri, di cui 56 sintomatici), 10.826 a Parma (+142, di cui 73 sintomatici), 18.499 a Reggio Emilia (+292 di cui 126 sintomatici), 23.756 a Modena (+489, di cui 282 sintomatici), 25.221 a Bologna (+400, di cui 243 sintomatici), 3.867 casi a Imola (+123, di cui 45 sintomatici), 6.406 a Ferrara (+67, di cui 19 sintomatici), 8.696 a Ravenna (+198, di cui 85 sintomatici), 4.739 a Forlì (+48, di cui 29 sintomatici), 4.171 a Cesena (+78, di cui 53 sintomatici) e 10.859 a Rimini (+216, di cui 115 sintomatici).

In seguito a verifica sui dati comunicati nei giorni passati sono stati eliminati 4 casi (2 a Bologna, 1 a Modena, 1 a Forlì) in quanto giudicati non Covid-19.