Dozza. Nella giornata dell’8 dicembre, i carabinieri nel territorio della provincia di Bologna hanno proceduto all’identificazione di 392 persone e al controllo di 246 veicoli e un centinaio di esercizi pubblici, durante i servizi relativi alle “Misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale”. Decine di persone sono state sanzionate dai Carabinieri per aver violato la normativa anti Covid-19.

Tra le sanzioni rilevate, oltre al mancato utilizzo della mascherina di protezione e agli spostamenti “fuori orario” (dalle 22 alle 5), avvenuti senza motivazione, i carabinieri della Stazione di Dozza hanno deciso la chiusura di un pubblico esercizio per cinque giorni.

E’ successo alle 20.30 di ieri, quando un automobilista molto attento all’osservazione delle norme ha telefonato ai militari dell’Arma, dicendo loro che, transitando davanti all’ingresso di un locale a Toscanella, chiuso e con la serranda abbassata, aveva intravisto una folla di persone ammassate davanti al bancone del salone.

All’arrivo dei carabinieri, una ventina di clienti che si trovavano all’interno per prepararsi a una serata danzante, si sono dileguati velocemente, mentre il gestore del locale, che era già stato identificato il mese scorso sempre durante un’attività ispettiva dei carabinieri, è stato sanzionato e invitato a chiudere il locale.