Faenza. E’ stato approvato – nel corso dell’ultima riunione di giunta dell’Unione della Romagna faentina- l’avviso per l’assegnazione del bonus alimentare a beneficio di persone o famiglie in condizione di disagio economico momentaneo a causa di questo difficile momento di emergenza sanitaria (e di conseguenza anche economica).

Tra coloro che potranno farne richiesta rientrano i nuclei familiari, anche monoparentali, residenti (o con fissa dimora) in uno dei comuni che fanno parte dell’Unione della Romagna faentina e che si trovano in gravi difficoltà economiche, senza alcun reddito disponibile o altre forme di sostentamento; l’importo mensile dei buoni varia a seconda del numero dei componenti del nucleo stesso. Nel caso di famiglia con un solo componente l’importo sarà di 100 euro. Per i nuclei con due o più componenti, il buono ammonterà a 80 euro per ogni persona fino a un massimo di 320 euro mensili. La domanda dovrà essere redatta attraverso il modulo di autodichiarazione, che può essere scaricato dalla home page del sito istituzionale dell’Unione della Romagna faentina.

Ogni utente avrà a disposizione due modelli da scaricare: il primo è destinato a chi chiede per la prima volta il buono alimentare e l’altro è dedicato a chi ne ha già usufruito nella primavera 2020. Le domande dovranno essere presentate entro il 7 gennaio 2021, inviandole all’indirizzo di posta elettronica certificata: pec@cert.romagnafaentina.it.; per informazioni ci si potrà rivolgere agli uffici dei Servizi sociali dell’Unione della Romagna faentina.

Per ulteriori richieste, contattare buonospesa@romagnafaentina.it e telefonicamente, solo se strettamente necessario, il numero 0546.691800 dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 13.30.

Solo in caso eccezionali o di totale indisponibilità di strumentazione informatica, la domanda, già compilata, sottoscritta e accompagnata da una fotocopia del documento d’identità del richiedente, può essere presentata in forma cartacea (previo appuntamento obbligatorio da richiedere al numero 0546 691800) con consegna diretta alla sede del Settore Servizi alla Comunità in via San Giovanni Bosco 1 a Faenza a questi orari: dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 12; il martedì e giovedì anche dalle 15 alle 17. Previo appuntamento obbligatorio- da richiedere telefonando al centralino del proprio comune di residenza- per i comuni di Brisighella, Casola Valsenio, Riolo Terme, Castel Bolognese e Solarolo, la domanda potrà essere consegnata nelle sole giornate di mercoledì (dalle 9 alle 12) e giovedì (dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 17).

Per l’assegnazione dei bonus si terrà conto di una serie di criteri, tra cui le condizioni di comprovata mancanza di disponibilità economica per approvvigionarsi di beni alimentari , a causa di una difficile, assente o precaria situazione lavorativa (es. lavoratori stagionali, a chiamata, interinali ecc), il non essere già assegnatari di reddito di cittadinanza, qualunque tipo di assegno pubblico, pensioni di cittadinanza o qualsiasi altro bonus Covid-19 erogato dall’ Inps. Infine , può richiedere il bonus chi ha persone portatrici di handicap, non autosufficienti o in possesso di certificazione di invalidità civile all’interno del proprio nucleo famigliare ; oltre a ciò, è bene ricordare che uno dei criteri di assegnazione sarà anche il numero dei componenti del nucleo.

(Annalaura Matatia)