Dino Battilani, Bianca Cristina Berardi, Marino Bittini, Maria Teresa Castaldi, Riccardo D’Ambrosio, Marco Gurioli, Paola Lanzon, Veliano Longhi, Marco Magnani, Gianni Sentimenti e Sabrina Tampieri sono i nuovi componenti del Consiglio direttivo del comitato territoriale di Imola e Faenza della Uisp, eletti nel corso del VII Congresso territoriale ordinario che si è svolto in forma mista -in presenza all’albergo Olimpia di Imola e in videoconferenza su Gmeet.

Il nuovo Consiglio direttivo ha poi confermato Dino Battilani alla guida del comitato territoriale per i prossimi quattro anni.

“Questo secondo stop delle attività ha interrotto sul nascere l’intera stagione sportiva, creando in tutti noi angoscia e la necessità di capire insieme come ripartire, quando sarà possibile e con quali modalità – ha osservato Battilani, nel corso della propria relazione prima delle operazioni di voto –. L’anno sportivo era partito bene, seppur con molte difficoltà e limitazioni. Il nostro comitato aveva fatto diverse scelte nel senso del sostegno alle nostre società sportive, scegliendo di mettere a disposizione i contributi arrivati da Uisp nazionale e regionale per le nostre società sportive (voucher, nuove affiliazioni gratuite, contributi per progetti)”.

Poi l’appello alle istituzioni a tutti i livelli: “Gli enti locali sanno certamente che il sistema sportivo territoriale non ha più la capacità di sostenersi con le stesse modalità ante Covid – ha sottolineato Battilani –, e quindi va ripensato seriamente lavorando insieme, confrontandoci nel merito delle singole situazioni, ma anche complessivamente come sistema”.

“Per Imola, lo sport è un punto di riferimento essenziale, fondamentale – ha aggiunto Marco Panieri, sindaco di Imola, presente all’hotel Olimpia per un saluto in apertura e per la prima parte dei lavori congressuali –. E in questo settore la Uisp ha sempre giocato un ruolo significativo. Dovremo ripartire anche puntando sulla vostra attività e sui valori importanti che portate avanti”.

“State facendo un lavoro straordinario in un momento complicato – gli ha fatto eco Massimo Isola, sindaco di Faenza, intervenuto subito dopo in videocollegamento –. La Uisp è una fra le dorsali dell’essere comunità del nostro territorio. Senza la vostra presenza, la società è più povera e meno attiva. Siete una risorsa preziosa”.